Concessi 15 giorni di proroga al comune di Partinico che potrà continuare a conferire i rifiuti nella discarica di Siculiana.

Il mancato rispetto della normativa sull’anticorruzione aveva indotto la società Catanzaro Costruzioni, gestore dell’impianto di smaltimento sito a Siculiana, in provincia di Agrigento, a interrompere ogni rapporto commerciale con il comune di Partinico, popoloso centro del Palermitano

“Dopo i numerosi solleciti, – si legge in una nota della Catanzaro costruzioni, società proprietaria della discarica-il Comune di Partinico ha finalmente avviato le procedure per l’adempimento della normativa anticorruzione, che disciplina gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

Adempimento che, una volta ultimato, fra le altre cose, consentirà a tutti i fornitori di ottenere informazioni relative a data del mandato, creditori; importi, data delle fatture; data dei protocolli, scadenze dei pagamenti, data degli effettivi pagamenti.

“Si tratta di regole – ribandisce la Catanzaro costruzioni – necessarie per impedire, sul nascere, alterazioni del mercato e scorciatoie di qualsiasi genere.  Oggi, però, l’amministrazione comunale ha annunciato di voler rispettare le regole. Per questo si è deciso di concedere al Comune di Partinico ulteriori altri 15 giorni, auspicando che entro i detti termini si rendano pubbliche quelle informazioni minime indispensabili alle imprese per competere e produrre in un contesto di normalità”.

“Auspichiamo che, a partire dal Comune di Partinico, – conclude la società che gestisce la discarica – si applichino in maniera concreta e pedissequa le disposizioni volte a prevenire e reprimere la corruzione e l’illegalità nella pubblica amministrazione, a garantire la trasparenza e la diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni a regolare il meccanismo nella formazione degli atti della pubblica amministrazione, e, in via consequenziale, degli accordi contrattuali e degli impegni sottoscritti”.