Primato negativo per la Sicilia a livello occupazionale, o meglio “disoccupazionale”. L’Isola è agli ultimi posti secondo la classifica elaborata da Manageritalia e AstraRicerche sulla base dei dati Istat relativi all’anno 2013.

Se la media nazionale è del 12,2%, nel Mezzogiorno la disoccupazione sale al 19,7% e in Sicilia è ancora più alta (21%), terza solo a Campania e Calabria e lontanissima dai dati di regioni come il Trentino Alto Adige (5,5) e Veneto (7,6%).

Ma il dato più preoccupante è quello relativo ai giovani siciliani, oltre la metà dei quali risulta senza un’occupazione nella fascia 15-24 ( terzultima con 54,2%), mentre, allargando il target ai giovani 15-29 anni, la Sicilia è ultima col 46%.