“La Corte di Giustizia dell’Unione europea, esattamente un anno fa, condannava l’Italia per l’esistenza sul proprio territorio di 200 discariche abusive mai bonificate, 12 in Sicilia. Questa sentenza è già costata agli ignari cittadini il pagamento di una multa forfettaria di 40 milioni più una semestrale di 39.800.000 euro”. Così Claudia Mannino deputata siciliana del del Movimento 5 Stelle alla Camera ricorda che oggi scade il secondo semestre successivo alla condanna, la Commissione europea, quindi, nei prossimi giorni comunicherà al governo italiano l’ammontare della nuova sanzione che sarà proporzionale agli invasi ancora da bonificare.

“Purtroppo su questa faccenda è calato il silenzio: il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – continua la nota del M5S – non dice nulla sullo stato dell’arte e le Regioni continuano a tacere. Proprio per questo chiediamo al ministro di rendere pubblica la relazione che è stata inviata a Bruxelles e sollecitiamo il presidente Realacci a convocare urgentemente Galletti in commissione Ambiente. Infine, auspichiamo che, a seguito dell’esposto presentato dal M5S, la Corte dei conti voglia finalmente aprire un fascicolo di indagine per individuare i responsabili del danno erariale: che a pagare siano loro e non gli inconsapevoli cittadini.”