Storie di fanciulle virtuose, amori impossibili, valorosi conquistatori. E ancora giardini incantati, Carlo Magno, Orlando, Agricane, Angelica...Continua la 35 edizione del “Festival di Morgana”, la rassegna sui tradizionali pupi siciliani ed il repertorio di miti e leggende senza tempo. Spettacoli e rappresentazioni oggi a Palermo (Museo delle Marionette), Agrigento (Teatro della Posta Vecchia), Caltanissetta (Teatro Regina Margherita) ed Alcamo (Castello dei Conti di Modica)

A Catania, in scena alle 18 al Teatro Tenda “L’aria del continente”, uno dei più celebri testi di Nino Martoglio con due protagonisti d’eccezione, Enrico Guarneri e Patrizia Pellegrino. Un classico della commedia italiana, alla ricerca di stereotipi culturali e comicità. Al centro del palcoscenico Don Cola, che sfidando la propria morbosa gelosia dovrà fare i conti con una moglie “continentale” che scoprirà essere diversa da come credeva… Colpi di scena si alternano a garantite risate (ingresso euro 14,50).

Alle 19, presso Le ciminiere ennesimo appuntamento con “Etnafest 2010”, per una serata dedicata ad antichi miti e leggende. Alle 21, al Teatro Brancati del capoluogo etneo “Un siciliano a Parigi”, l’esilarante commedia con Tuccio Musumeci. Iperbolica rappresentazione del classico triangolo “moglie-amante-marito”.

A Palermo, domenica all’insegna del teatro e dello spettacolo, davvero tante le possibilità di scelta. Si inizia alle 17,30 con un appuntamento dedicato ai piccoli spettatori al Teatro Agricantus, dova va in scena “Il brutto anatroccolo”, rappresentazione liberamente ispirata alla novella di H.C. Andersen (ingresso 7-6-5 euro + dir. Prevendita). Alla stessa ora, “Ciao Frankye” al Teatro Al Massimo: una commemorazione in chiave moderna di “The voice”, “The King”, il re del jazz Frank Sinatra. Sul palcoscenico Massimo Lopez, accompagnato dalla Big Band Jazz Company.

Alle 18,30 al Teatro Crystal “La sgualdrina timorata”, spettacolo per la regia di Mario Pupella ispirato al testo di Jean Paul Sartre, padre dell’esistenzialismo. Una riflessione sulla gravità del problema razziale e sugli effetti negativi degli stereotipi culturali. Al centro della narrazione la drammatica figura di una prostituta con il suo carico di amarezze e disillusioni (ingresso euro 13-10).
Al Teatro Zappalà in scena un altro personaggio tipicamente siculo: Don Liborio ovvero “U malantrinu” dello spettacolo diretto da Nino Zappalà. Don Liborio è il “capetto del quartiere”, colui che risolve i problemi, che convince tutti, volenti o nolenti, su cosa è meglio fare. Comicità e doppi sensi per una storia che si conclude con un insegnamento morale non indifferente: «u malantrinu – ammette il protagonista – non esiste. Quando arriva un altro che non ha paura, viene meno la soggezione e si ha un altro malandrinu» (ingresso euro 20-16-12).
Cabaret comico al Teatro Al Convento con “Copia e incolla”, con A. Pandolfo e S. Blandeburgo; regia di Ignazio Mannelli (ingresso euro 12-10).

“Friend for Marevivo” è il titolo della serata di beneficenza ospitata alle 20,30 al Teatro Politeama Garibaldi. Jazz, blues soul e Tony Remy insieme a Sarah Jane Morrison riuniscono un gruppo di musicisti che si esibiranno per raccogliere fondi destinati all’associazione ambientalista “Marevivo” (ingresso euro 10-15; biglietto acquistabile presso il circuito Box Office Sicilia).

Ancora grande teatro a seguire. Alle 21,15 “Riccardo III”: drammaturgia di William Shakespeare per la regia di Lia Chiappare al Teatro Libero (ingresso euro 15-10), mentre al Teatro Agricantus si conclude la giornata sorridendo con “Al buio”, esilarante monologo sul consumismo di Ernesto Maria Ponte ingresso euro 15-13-12-10; consigliabile prenotarsi contattando il numero 091.309636).