Il maltempo che ha portato neve, incessanti piogge e temperature molto basse in Sicilia ha provocato seri danni a tal punto che ancora 18 famiglie, che vivono nel territorio compreso fra Bisacquino e Corleone, sono ancora fuori casa a causa di frane e smottamenti che hanno colpito le loro abitazioni.

Ancora al lavoro gli uomini della Protezione civile regionale che stanno concentrando i loro interventi nelle zone più danneggiate. Nell’Ennese alcuni residenti, rimasti isolati da sabato scorso, hanno ricevuto i viveri attraverso una pala meccanica.

Preoccupante la situazione delle dighe colme d’acqua piovana. Il tratto della A19 nei pressi della galleria Scaldaferro e’ stato riaperto al traffico dopo un giorno e mezzo a causa di uno smottamento.

Ma altre strade sono ancora chiuse: la statale 188 nei pressi di Corleone, la Palermo Agrigento e la statale 191 al confine fra Enna e Caltanissetta. Le condizioni meteo sono migliorate ma la situazione resta difficile e gli interventi da effettuare sono tanti .

L’assessore regionale all’Agricoltura Nino Caleca annuncia che saranno fatti dei sopralluoghi per stabilire l’entità dei danni ed avviare gli interventi a sostegno degli agricoltori fino all’eventuale dichiarazione dello stato di calamità.