Ebbene sì, non bastava Radio Maria che prende pure nelle caverne e nei citofoni di casa: adesso hanno inventato il rosario elettronico. In realtà è in circolazione da un paio d’anni ma solo da qualche settimana gira lo spot in tv.

È prodotto dalla PREX ed è un tamagotchi per fedeli decorato con icone religiose a scelta che variano a seconda del santo preferito. Recita le preghiere e i misteri, ma c’è un warning: la versione base non ha le litanie.

Il sito holyart.it che si occupa di e-commerce sacro lo descrive:
Il santo rosario è recitato da una voce femminile e da un coro di persone che risponde“. Insomma un’intera confraternita di pie religiose in formato pocket a uso e consumo dei momenti di crisi mistiche.

“Semplicissimo da utilizzare, il rosario elettronico può essere ascoltato come riflessione oppure si può rispondere alle Ave Maria come di consueto. Il rosario digitale è utile per chi viaggia, per chi vuole pregare in movimento (auto, treno,aereo, ecc.) ed è consigliato per anziani o ammalati.”

In buona sostanza è una specie di I-pod per devoti con led luminosi per ogni giorno della settimana.

Ah, la versione viva voce non ha l’alloggiamento per le cuffie.