Il Documento di programmazione economica e finanziaria della Regione Siciliana al centro dell’incontro tra l’assessore Luca Bianchi e Cgil Cisl e Uil. “I dati parlano di una situazione regionale drammatica, – informano i sindacati -Pil in calo del 15% negli ultimi quattro anni e una tendenza alla flessione anche per il 2013 e 2014. Per questo motivo abbiamo chiesto a Bianchi di farsi parte attiva nei confronti del presidente della Regione, per la rapida istituzione di una cabina di regia”.

Alla riunione, nella sede dell’assessorato regionale all’Economia a Palermo, hanno preso parte Peppe Citarrella (Cgil), Giorgio Tessitore della segreteria regionale Cisl e Pino Franchina, del vertice regionale Uil.

Per i sindacati, non servono “documenti perfetti sullo sviluppo”Per i dividura. La cabina di regia dovrebbe “comprendere le forze economiche e sociali e individuare tutte le fonti di finanziamento realmente spendibili, le priorità e i settori d’intervento”. L’obiettivo, secondo i segretari generali Michele Pagliaro (Cgil), Maurizio Bernava (Cisl) e Claudio Barone (Uil), è quello di “rivitalizzare l’economia privata e creare lavoro produttivo”.

L’assessore, fanno sapere i sindacati, “ha condiviso gli elementi di fondo della proposta, si è detto disponibile a proseguire il confronto sul Dpef e si è impegnato a sostenere con il presidente della Regione, l’istituzione della cabina di regia”.

clap