I carabinieri di Palermo hanno arrestato il nigeriano Usemwegie Felix Ilade, 35 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di eroina e marijuana, resistenza a pubblico ufficiale e di spendita e introduzione nello Stato, di monete presumibilmente falsificate.

I militari hanno notato un extracomunitario che si aggirava con fare sospetto tra via Ballaro’ e via Nunzio Nasi. Dopo essersi guardato intorno, l’uomo ha controllato all’interno di uno dei tubi di un’impalcatura posta a sostegno di una palazzina, da dove prelevava e riponeva un ovetto di plastica di colore celeste. Poco dopo, il pusher e’ stato avvicinato da un giovane al quale ha consegnato lo stupefacente in cambio di una banconota riponendola all’interno di un portafoglio. A quel punto i carabinieri sono intervenuti, il nigeriano ha tentato la fuga, ha cercato di aggredire i carabinieri ma e’ stato bloccato.

All’interno del tubo dell’impalcatura, e’ stato rinvenuto l’ovetto in plastica notato poco prima, risultato contenere 27 dosi di eroina del peso complessivo di circa 10 grammi, in un secchio dell’immondizia un sacchetto di plastica trasparente contenente 21 “bustine” contenenti 17 grammi circa di marijuana, in un calzino di colore nero 18 “bustine”, contenenti 27 grammi di marijuana, in un pacchetto di sigarette 7 dosi di eroina.

Ilade, sottoposto a perquisizione e’ stato trovato in possesso della somma di 200 euro, ritenuta provento dell’attivita’ di spaccio. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare: vari sacchetti contenenti sostanza da taglio, 2 grammi di eroina, circa 300 euro presumibilmente false.

La perquisizione personale della convivente, ha inoltre consentito di rinvenire 960 euro, provento dell’attivita’ di spaccio