La Procura di Caltanissetta ha chiesto la condanna per trentasei presunti esponenti di due gruppi criminali dediti a spaccio di stupefacenti, estorsioni, furti, rapine e danneggiamenti in città.

I pm Giovanni Di Leo e Santo Di Stefano hanno chiesto al Tribunale collegiale pene che oscillano tra otto mesi e trent’anni di reclusione, oltre a dieci assoluzioni piene per i 46 imputati nel processo per le operazioni “Cobra 67”, “Figaro” e “Giro di vite”. Le pene più pesanti sono state sollecitate per i fratelli Vincenzo, Ivan e Fabio Ferrara, Manuel Mosca, Francesco Fiandaca, Salvatore Samparisi, Davide Palermo e Carlo Sanfilippo.

Nel dettaglio l’accusa ha chiesto 30 anni per Vincenzo Ferrara, 26 anni per Manuel Mosca e 24 anni e 10 mesi ciascuno per Ivan e Fabio Ferrara. Sollecitati anche 18 anni per Francesco Fiandaca, 17 anni e 6 mesi per Salvatore Samparisi, 17 anni per Davide Palermo e 15 anni per Carlo Sanfilippo.