Oltre 100 carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno eseguito nell’operazione antidroga da loro chiamata “Zatla” circa venti ordinanze di custodia cautelare in carcere e un provvedimento di divieto di dimora, emesse dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica nei confronti di un gruppo di italiani e nordafricani che controllavano il traffico e lo spaccio di stupefacenti, nei Comuni di Vittoria, Modica, Ispica, Scicli e Rosolini.

Effettuate anche decine di perquisizioni domiciliari.I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un’indagine, condotta dai carabinieri delle Compagnie di Modica e Vittoria e dalle quali è emerso che tramite soggetti di origine maghrebina gli indagati si rifornivano di cocaina, eroina, hashish e marijuana sui mercati catanese e palermitano, per poi rivenderle a spacciatori che la smerciavano in vari centri.

Un grosso quantitativo di droga è stato recuperato nel corso delle indagini.

Aggiornamento delle 13.15: I Carabinieri di Vittoria hanno arrestato poco fa altri 3 soggetti destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere, nell’ambito dell’operazione “ZATLA”, che questa notte erano sfuggiti alla cattura.

I tre sono stati rintracciati nella zona del vittoriese mentre tentavano di far perdere le tracce ma sono stati individuati e catturati dai militari dell’Arma e condotti presso il carcere di Ragusa insieme agli altri 13 arrestati.