Una donna di Vittoria, in provincia di Ragusa, si accorge che il figlio, dopo due anni, torna a drogarsi, ad assumere eroina. Disperata e preoccupata per la vita del giovane, raccoglie tutto il suo coraggio e denuncia la vicenda alla polizia.

Gli agenti, in base alle informazioni fornite, scoprono un ‘minilaboratorio’ per il taglio della droga e arrestano due spacciatori tunisini, Sabri Slama, di 19 anni, Soufiene Messadud, di 24, in un casolare in cui sono stati trovati metadone, materiale per confezionare droga e 600 euro.

Proprio ieri hanno arrestato a Patti uno studente-pusher di 17 anni e ne hanno denunciato un altro per spaccio di droga. Il 17enne è stato trovato in possesso di 26 grammi di cannabis indica. Subito dopo nella sua abitazione il cane antidroga ha trovato altri 80 grammi di marijuana occultati in diverse parti della casa.