Due grandi appuntamenti natalizi al Teatro Massimo, per stare tutti insieme, piccoli e grandi, nel segno della musica, con costi dei biglietti molto contenuti: da 8 a 20 euro. Domenica 27 dicembre alle 11.30 i canti natalizi della tradizione italiana saranno interpretati dall’Orchestra Popolare Italiana ed eseguiti insieme a ospiti musicali d’eccezione. L’appuntamento è con “Fermarono i cieli, concerto di Natale”, progetto originale di Ambrogio Sparagna con Peppe Servillo, Mario Incudine e Eleonora Bordonaro.

Lunedì 28, questa volta alle 20.30, è la volta del pluripremiato Virginia State University gospel Choir, uno tra i più famosi e riconosciuti a livello mondiale. Una presenza scenica formata da 35 elementi e un altissimo livello tecnico.

Il Teatro durante le feste sarà aperto tutti i giorni, compresi Natale e Capodanno, con i consueti orari: dalle 9.30 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30). “Vogliamo ribadire – dice il sovrintendente Francesco Giambrone – che questo Teatro è un punto di riferimento per la città, un luogo dove passare le feste, dove stare con le persone care, dove ritrovarsi nel segno della serenità e della gioia. Questo è il senso del cartellone ‘Il Massimo in famiglia’ di cui fanno parte i concerti natalizi, ma questo è anche il senso dell’apertura quotidiana del Teatro alle visite dei cittadini e dei turisti”.

Il concerto “Fermarono i cieli” è un viaggio trascinante all’interno della tradizione di varie regioni italiane, con particolare riferimento alla Campania e alla Sicilia. Oltre alle voci, in scena gli strumenti musicali della tradizione fra cui una zampogna di straordinarie proporzioni (è alta quasi due metri) diffusasi nel regno di Napoli a partire dalla fine del Settecento, la zampogna a paro siciliana, la tofa, il violino a tromba, la ghironda, le caramelle, i tamburelli e ancora altri. Peppe Servillo è impegnato nei repertori legati alla figura di Sant’Alfonso Maria de Liguori (l’autore di Tu scendi dalle Stelle), Mario Incudine e Eleonora Bordonaro nei loro repertori tradizionali dei rituali dell’Avvento in Sicilia.

Ambrogio Sparagna ha all’attivo numerosi progetti realizzati in collaborazione con importanti e prestigiose istituzioni, concertistiche e non, nazionali e internazionali. Ha avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Lucio Dalla, Teresa De Sio, Angelo Branduardi, Francesco De Gregori, Franco Battiato, Carmen Consoli, Piero Pelù e tanti altri. È stato per diversi anni maestro concertatore del festival “La Notte della Taranta” per il quale ha fondato un’Orchestra di giovani musicisti tradizionali. Nel 2007 ha fondato l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, che dirige in tutto il mondo.

Peppe Servillo, leader degli Avion Travel, artista poliedrico, è uno dei protagonisti più interessanti della scena musicale italiana. Autore, interprete, attore, ha lavorato in teatro, per il cinema, ha partecipato al festival di Sanremo con gli Avion vincendo nel 2000 il festival di Sanremo e aggiudicandosi anche il premio della critica (avuto già nel 1998, alla prima partecipazione). Ha firmato progetti con Paolo Conte, Andrea Bocelli, Lucio Dalla, Stefano Bollani.

L’appuntamento di lunedì 28 vede in scena una delle più importanti formazioni Gospel del mondo, fondata nel 1971 e composta da giovani musicisti laureati alla Virginia University e da solisti di altissimo livello che provengono dai più scelti ambienti musicali. Il loro successo internazionale arriva nel 1992 quando James Holden ne diventa il direttore artistico: da allora attraversa con i suoi concerti gli Stati Uniti per poi spopolare anche in Europa. Nel 2003 si è imposto su ben undici delle tredici categorie in gara alla National Black Music Caucus Choir Competition , il prestigioso concorso gospel di New York. Nel 2012 riceve il premio del pubblico al prestigioso Verizon’s How Sweet The Sound e nel 2013 la sua partecipazione a American’s Got Talent entusiasma milioni di telespettatori.
Biglietti “Fermarono i cieli, concerto di Natale”: 8-15 euro
Biglietti Gospel: 10-20 euro