Rispetto per il voto espresso dagli agrigentini alle primarie, rispetto per la finanziaria senza bilancio ed i tagli del governo regionale, rispetto per le forze dell’ordine e non per i tagli del governo nazionale.

La parola di oggi per il Presidente della Regione è rispetto. “Bisogna sempre rispettare il voto dei cittadini – ha detto il governatore Rosario Crocetta a margine del suo intervento al congresso Siap -. Ad Agrigento c’è una persona che viene dalla società. Non è Forza Italia ad averlo candidato ma delle liste civiche. La candidatura è stata una scelta osteggiata da Forza Italia nazionale. Siamo di fronte a una rottura. D’altra parte se si realizzano delle contraddizioni nel fronte degli avversari perché non approfittarne…”

“Non è un uomo schierato politicamente ma il presidente della squadra di calcio. C’è stata una ‘rottura’, e i vertici di Forza Italia non ne condividono la scelta”.

Ma il governatore approfitta del momento anche per rispondere alle polemiche provenienti dall’Ars e chiede rispetto anche per la finanziaria varata venerdì dalla giunta a Catania.

“Dobbiamo incardinare subito questa finanziaria ‘Sblocca Sicilia’, che va accompagnata anche da misure di bilancio. Però separiamo e portiamo avanti la discussione e se poi ci sono delle parti strettamente finanziarie che vanno ragionate contestualmente, lo faremo in un momento successivo. Intanto mettiamo questo veicolo di sviluppo per la Sicilia”.

A chi gli ha chiesto se pensa che possa essere incardinata all’Ars in settimana Crocetta ha risposto: “Penso proprio di sì”. E per rimettere tutti in riga ieri sera Crocetta ha incontrato il primo ‘critico’ di questa norma, il presidente della commissione Bilancio dell’Ars Nino Dina che si è subito affrettato a correggere il tiro “Penso che le commissioni – ha detto Dina a conclusione della riunione – possano cominciare ad approfondire la Finanziaria. Fermo restando – ha chiarito – che Bilancio e Finanziaria devono uscire insieme dalle commissioni per poi approdare insieme in Aula”.

Oggi Crocetta incontrerà anche il Presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone. La norma approvata dalla giunta venerdì sarà trasmessa domani agli uffici dell’Assemblea “Chiederò ad Ardizzone di trasmettere la finanziaria alle commissioni di merito, anche in attesa della chiusura del bilancio”. Una richiesta ampiamente annunciata ma dall’esito non scontato