Una bella ragazza in bikini, in barca, nel mare di Sardegna.  Nulla di nuovo sui social network? Beh una novità in realtà c’è. La bella ragazza in bikini non è una giovane donna che posta le sue foto ma una giornalista responsabile della comunicazione della lista Tsipras, un’altra Europa è possibile.

Si chiama Paola Bacchiddu e nel post che riporta la sua foto in bikini bianco c’è molto di più che una foto privata. “Ciao – scrive Paola -. È iniziata la campagna elettorale e io uso qualunque mezzo. Votate L’Altra Europa con Tsipras”. una trovata per far parlare di se, dunque e della sua lista che non ha proprio semplicità di comunicazione sui mezzi ufficiali e non.

GUARDA LE FOTO

Con ironia ma anche con astuzia Paola usa il suo corpo per lanciare un messaggio elettorale e la rete si scatena. 247 commenti ai suo post e nel mezzo c’è un poco di tutti. Dagli amici che la incitano ai candidati che la apprezzano, agli apprezzamenti di altra natura fino alle offese di ogni sorta , genere e natura.

La rete dibatte sull’opportunità di questi genere di campagna e lei risponde colpo su colpo sul suo profilo facebook. C’è chi contesta la scelta di aver rimosso la foto quando sono cominciate le offese, lei risponde chiarendo di averne solo cambiato la privacy per renderla visibile solo agli amici ma poco dopo la foto torna visibile a tutti.

Noi non vogliamo essere ne moralisti ne fautori di quella sinistra che condanna l’uso del corpo femminile per raggiungere i propri scopi. siamo e restiamo fautori dell’assoluta libertà di espressione ed il linguaggio del corpo certamente è una forma di comunicazione. Se la collega ha ritenuto di usare questa forma di esposizione, auto ironia, pubblicità gratuita è comunque una forma di comunicazione che sta facendo il giro del web.

Certo una domanda retorica vogliamo porcela: cosa non si fa per un poco di pubblicità gratuita?

mav