Invita tutti i sindaci dell’Isola a presentare la propria candidatura quali presidenti dei liberi consorzi comunali o delle città metropolitane. E’ questa l’azione di protesta che l’AnciSicilia ha messo in atto per chiedere una tempestiva modifica della legge regionale 15/2015 da parte dell’Ars, anche in relazione alla preannunciata impugnativa del Governo nazionale innanzi alla Corte Costituzionale.

Ieri sono stati i comuni dell’istituenda città metropolitana di Palermo a iniziare la protesta, seguita poi da quelli del Libero consorzio di Caltanissetta.

“Tale iniziativa, già avviata da numerosi sindaci di Palermo, Caltanissetta e altre province -spiegano dall’Ufficio di presidenza dell’Associazione dei comuni siciliani – speriamo possa servire affinché venga stabilito, in via definitiva, un assetto del governo del territorio che dia certezze da un lato ai cittadini e dall’altro agli amministratori comunali e consenta di far cessare questa situazione di confusione che abbiamo più volte denunciato come elemento di un complessivo stato di calamità istituzionale”.