Nasceranno in Sicilia due Hub di accoglienza per gli immigrati, uno dei quali dedicato ai minori. E’ uno degli accordi raggiunti nel corso dell’incontro di ieri sull’emergenza immigrazione convocato dal Ministro Alfano su richiesta del Presidente Anci Sicilia Leoluca Orlando a cui hanno partecipato i vertici dei Dipartimenti del Ministero oltre ai 9 Prefetti e 9 Questori dell’Isola, nonché la Commissaria straordinaria di Augusta. L’Anci Sicilia era rappresentata dal Presidente Leoluca Orlando e dai vice Presidenti Luca Cannata Sindaco di Avola e Paolo Amenta Sindaco di Canicattini Bagni, con la partecipazione dei Sindaci di Caltanissetta,Porto Empedocle, Pozzallo, Mineo e Trapani

Oltre alla nascita dei due hub di accoglienza ; si è concordato sulla proposta di istituire 50 commissioni di esame per richiedenti asilo, accelerando le relative procedure ed ipotizzato di allentare il patto di stabilità e di prevedere misure compensative per i Comuni maggiormente coinvolti; sarà costituita inoltre  una Unità di missione al Ministero e una task force siciliana di riferimento con Sindaci e Prefetti.

Dal punto di vista della sicurezza si è deciso di superare l’attuale regime particolare per minori non accompagnati, che si è rivelato inefficace e fonte di danni e di impiegare in modo diffuso il sistema SPRAR  utilizzando in tutta Italia  caserme e aree militari e il patrimonio di Opere Pie, le une non più utilizzate e l’altro sotto utilizzato.

“E’ inaccettabile che l’Europa – dice Orlando – presenti il volto della indifferenza e degli egoismi criminogeni,si giri dall’altra parte e scarichi sull’Italia un dramma mondiale e un problema europeo e che, a sua volta, l’Italìa scarichi sulla Sicilia”.

“La sfida che viene dai Comuni siciliani, grazie alla disponibilità del Ministro Alfano, è  – ha dichiarato Orlando – di rendere, in occasione del semestre di Presidenza italiana UE,  prioritario e qualificante il piano organico di intervento ieri definito, coinvolgendo, in particolare, tutte le realtà regionali italiane e tutti i Paesi membri nelle operazioni di ricerca e salvataggio di migranti e nelle azioni di accoglienza”.