Sono ore febbrili per la politica siciliana che entro mercoledì alle 12 deve sciogliere il nodo candidature in vista delle elezioni Europee del prossimo 25 maggio.

Gli unici che ad oggi hanno completato le liste e sono pronti alla consegna dei plichi sono i militanti del Movimento 5 Stelle e quelli della Lista Tsipras.

M5S ha individuato i propri candidati col sistema delle parlamentarie e la pattuglia che corre per Strasburgo è composta da sei siciliani e due sardi. Si tratta di  Antonella Di Prima, originaria di Agrigento, i messinesi Maria Saija e Antonio Zanotto, Simona Suriano, proveniente da Catania, Paola Sobbrio e Ignazio Corrao, entrambi del Trapanese, e i due cagliaritani Nicola Marini e Giulia Moi.

Tanti protagonisti dell’attivismo di sinistra e dei movimenti nella lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’ in cui figurano, fra i siciliani, l’ex sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, il giarrese Alfio Foti, braccio destro di Rita Borsellino ed ex presidente dell’Arci, la coordinatrice del Forum per l’Acqua pubblica, Antonella Leto, originaria di Palermo, il giornalista e attivista No Muos, Antonio Mazzeo. Completano la lista Olga Nassis,della zona del Messinese e la sarda Simona Lobina, e la cofondatrice di Repubblica, Barbara Spinelli, che è anche capolista. In una nota è stato annunciato che già domani mattina saranno depositati in Corte d’Appello la lista e le firme necessarie per la presentazione.

Lavori in corso nel Nuovo Centrodestra dove è confermatissima la candidatura dell’uscente Giovanni La Via, fedelissimo del sottosegretario Giuseppe Castiglione, mentre nel Palermitano è in corso un confronto fra l’ex presidente dell’Ars, Francesco Cascio, e il sottosegretario Simona Vicari. Nel Messinese concorre il parlamentare Nino Germanà. In quota Udc è pronta alla competizione l’assessore regionale Patrizia Valenti, così come il segretario regionale dello Scudocrociato, Giovanni Pistorio. Fra i sardi certa la candidatura di Maddalena Calia, ma per tutta la lista sarà necessario aspettare le prossime ore.

Le grandi manovre per rifinire la lista insulare del Pd sono ormai ai ritocchi. Dopo la bagarre iniziale, coincisa anche con la formazione della nuova giunta regionale, è confermato che a guidare la lista sarà Caterina Chinnici, magistrato ed ex assessore regionale del governo Lombardo. Ci sarà anche l’uscente Giovanni Barbagallo, catanese subentrato qualche settimana fa alla sottosegretario Francesca Barracciu. Garantita la presenza in lista del sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, ex Udc adesso vicino all’area Renzi del Pd.

Un posto era previsto per la palermitana Nelli Scilabra, componente dell’esecutivo Crocetta ed espressione del senatore Beppe Lumia che, però, nel pomeriggio ha deciso di rinunciare a favore dell’ex collega di giunta Mariella Lo Bello. Ma anche in questo caso, in serata, altro colpo di scena con la Lo Bello che esce per lasciare il posto, probabilmente, a MIchela Stancheris. Altro posto per Tiziana Arena,vicina all’ex senatore Vladimiro Crisafulli. Mentre, dopo il ritiro del segretario regionale Fausto Raciti, dovrebbe correre il giurista di Palermo, Giovanni Fiandaca, che ha già sciolto la riserva dopo l’endorsement del vice segretario nazionale del Pd, Lorenzo Guerini. C’è anche il patron di Tiscali ed ex governatore della Sardegna, Renato Soru, mentre rimane sede vacante il posto che è stato riservato ad Articolo 4.

Per il movimento di Leanza e Sammartino inizialmente si pensava potesse essere una donna, ma fonti accreditate lasciano trapelare che si potrebbe scegliere ‘un’alta professionalità’.

Anche Italia dei Valori sta completando la lista che sarà certamente guidata dal segretario nazionale del partito, Ignazio Messina. Un posto dovrebbe essere garantito al consigliere comunale di Palermo, Paolo Caracausi, alla responsabile regionale delle donne di Idv, Linda Brusca. Due nominativi saranno individuati fra coloro i quali hanno offerto la loro disponibilità a concorrere alle Europee attraverso delle selezioni sul web indette da Idv, dovrebbe trattarsi di Gianfranco Cascone e Roberto Russo. L’area del Messinese dovrebbe essere rappresentata dal vice segretario regionale Antonino Alessi o in alternativa da Salvatore Mammola, responsabile provinciale del partito.

Dalla Sardegna arriveranno tre candidati uno dei quali sarà certamente l’eurodeputato uscente, Gionmaria Uggias, ma stasera è in programma una riunione della segreteria nazionale per approvare tutte le liste.

Per Fratelli d’Italia, al momento, è certa la candidatura della leader Giorgia Meloni, che sarà capolista in tutte le circoscrizioni, e del componente della costituente regionale siciliana, Sandro Pappalardo. La lista definitiva verrà perfezionata tra stasera e domani, ma dovrebbero essere confermati almeno 5 siciliani e due sardi.

Per Forza Italia sono già in campagna elettorale l’uscente Salvatore Iacolino, il vicepresidente dell’Ars, Salvo Pogliese, il messinese Massimo Romagnoli rimangono però da sciogliere alcuni nodi importanti come l’eventuale partecipazione alla competizione di Gianfranco Micciché. Potrebbe essere della partita anche Innoncenzo Leontini, ex assessore regionale, che rappresenterebbe proprio l’area del Cantiere popolare di Saverio Romano. La lista è completata dal parlamentare sardo Salvatore Cicu e da una esponente del movimento femminile (probabilmente della Gallura). Prevista anche la candidatura di due donne siciliane.

Resta da definire anche la posizione del Pds-Mpa che potrebbe trovare spazio in Forza Italia con una propria candidatura (si parla del parlamentare del Gal, Angelo Attaguile ) oppure scegliere di correre con la Lega che nella circoscrizione insulare sarà presente con una lista guidata da Matteo Salvini e che avrà certamente in elenco Francesca Donato.

Scelta Europea, che raggruppa il Centro Democratico di Bruno Tabacci, Fare per Fermare il declino, i liberali e ovviamente Scelta civica, in Sicilia presenterà certamente l’avvocato Francesco Attaguile, già sindaco di Catania e per anni a Bruxelles come direttore dell’ufficio regionale della Sicilia e coordinatore delle Regioni italiane. Mentre il consigliere regionale del Centro Democratico, Anna Maria Busia, sarà capolista e unica candidata sarda nella circoscrizione Isole. Gli altri nomi si conosceranno a breve e potrebbe esserci anche quello di Ettore Artioli, ex presidente di Confindustria, o di un suo fedelissimo.

E’ prevista anche una lista di Green Italia che in Sicilia fa riferimento a Fabio Granata.

Da domani potranno essere depositate presso la Corte d’Appello di Palermo le liste con i candidati per la circoscrizione Sicilia-Sardegna che assegna 8 deputati all’Europarlamento, ma a parte qualche formazione politica, le prossime saranno ore decisive.

SEGUI QUI L’AGGIORNAMENTO