Clima rovente in casa del Pd siciliano nel rush finale della campagna elettorale per elezioni europee. Dalla sua Gela il governatore Rosario Crocetta attacca la candidatura del professore Giovanni Fiandaca nella lista del Pd al parlamento di Strasburgo. “Vuole abolire 416 bis – ha urlato dal palco – per coprire vergogna candidano Chinnici“.

In un comizio a Gela, a sostegno di un’altra candidata nel Pd, Michela Stancheris, (suo assessore regionale al Turismo), Crocetta ha detto: “Non si può venire a Gela, come ha fatto il segretario del mio partito, per candidare e fare votare quel Fiandaca negazionista della trattativa Stato-mafia, che vuole anche l’abolizione del 416 bis (associazione mafiosa, ndr) e per coprire questa vergogna si mette il nome di Caterina Chinnici (capolista Pd nelle isole)”.

“Vergognatevi” ha urlato dal palco Crocetta, che nel suo intervento faceva riferimento al segretario siciliano Fausto Raciti. Il governatore poi ha aggiunto: “Non si può fare questo nella città che ha il merito storico di avere lanciato la piu’ grande battaglia alla mafia che sia mai stata promossa da una città. A Gela è un insulto. Vergogna”.

Con Crocetta era sul palco anche l’ex presidente della commissione Antimafia e attuale senatore, Beppe Lumia.