Scadrà alle 20 il termine ultimo per presentare le liste con i candidati alle Elezioni Europee. Per la circoscrizione Insulare Sicilia-Sardegna che assegna 8 deputati all’Europarlamento, i plichi dovranno essere consegnati alla Corte d’Appello di Palermo. Molte formazioni politiche hanno già ultimato l’elenco, in alcune rimangono invece delle posizioni che vanno definite.

M5S ha da tempo individuato i propri candidati col sistema delle parlamentarie e la pattuglia che corre per Strasburgo è composta da sei siciliani e due sardi. Si tratta di Antonella Di Prima, originaria di Agrigento, i messinesi Maria Saija e Antonio Zanotto, Simona Suriano, proveniente da Catania, Paola Sobbrio e Ignazio Corrao, entrambi del Trapanese, e i due cagliaritani Nicola Marini e Giulia Moi.

E’ stata già depositata alla Corte d’appello di Palermo la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’ in cui figurano tanti protagonisti dell’attivismo di sinistra e dei movimenti. Ci sono l’ex sindaco di Castelbuono, Mario Cicero, il giarrese Alfio Foti, braccio destro di Rita Borsellino ed ex presidente regionale dell’Arci, la coordinatrice del Forum per l’Acqua pubblica, Antonella Leto, originaria di Palermo, il giornalista e attivista No Muos, Antonio Mazzeo e Olga Nassis, della zona del Messinese. Completano la lista la sarda Simona Lobina e la cofondatrice di Repubblica, Barbara Spinelli, che è anche capolista.

Spetta però alla Lega Nord, la palma della prima lista presentata alla Corte d’appello di Palermo. Come annunciato il capolista è segretario federale del Carroccio Matteo Salvini, ci sono poi Francesca Donato, Carmelina Droise, l’ex vice sindaco di Lampedusa e senatrice della Lega Angela Maraventano, Antonio Mazzeo, Mauro Morlé, Mirko Valenti e Ferdinando De Francesco.

Sono ufficiali anche i nomi dei candidati dell’Italia dei Valori. La lista è guidata dal segretario nazionale del partito, Ignazio Messina, c’è anche l’eurodeputato uscente Gionmaria Uggias, esponente del partito in Sardegna. Confermata la presenza del consigliere comunale di Palermo, Paolo Caracausi, e della palermitana Linda Brusca, responsabile siciliana del movimento femminile di Idv.

L’area del Messinese è rappresentata dal vice segretario regionale Antonino Alessi, mentre Gianfranco Cascone, finanziere palermitano, è stato individuato fra coloro che hanno offerto la proprio disponibilità a concorrere alle Europee attraverso delle selezioni sul web indette da Idv. Dalla Sardegna arrivano anche le candidature del consigliere regionale Michele Azzara e dell’assessore comunale della Maddalena, Maria Pia Zonca.

Ultimi ritocchi nel Nuovo Centrodestra. C’è, ovviamente, l’uscente Giovanni La Via, mentre l’area della provincia di Messina sarà rappresentata dal deputato Nino Germanà. In lista anche il presidente della Commissione ambiente al Senato, Giuseppe Marinello, originario di Sciacca, mentre la zona di Palermo dovrebbe essere rappresentata dall’ex presidente dell’Ars, Francesco Cascio, fresco di nomina a co-coordinatore regionale del partito insieme a Giuseppe Castiglione. 

In quota Udc è pronta alla competizione l’assessore regionale Patrizia Valenti, così come il segretario regionale dello Scudocrociato, Giovanni Pistorio. E’ certa la candidatura di Maddalena Calia, coordinatore regionale di Ncd in Sardegna, ed Angela Scarpa, consigliere comunale dell’Udc ad Iglesias.

La lista del Pd è  completa. Sarà guidata dal capo del dipartimento della giustizia minorile, Caterina Chinnici, mentre ieri è giunto il via libera di Giovanni Fiandaca, il giurista palermitano ha sciolto la riserva grazie anche all’endorsement del vicesegretario nazionale Lorenzo Guerini.

Confermati anche l’eurodeputato uscente e primo cittadino di Trecastagni, Giovanni Barbagallo e il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto.

Un posto per Tiziana Arena, segretario del Pd a Enna, e per l’ex governatore della Sardegna e patron di Tiscali, Renato Soru. Mentre sembra essersi concluso appannaggio di Michela Stancheris, la girandola che ha visto ballare per alcune ore il posto che inizialmente era stato individuato per l’assessore regionale, Nelli Scilabra, e successivamente per il deputato regionale, Mariella Lo Bello.

Mentre si è appreso che il posto riservato ad Articolo 4 è andato alla giornalista, Michela Giuffrida che concorrerà da indipendente.

Per Fratelli d’Italia è certa la candidatura della leader Giorgia Meloni, che sarà capolista in tutte le circoscrizioni. Dalla Sardegna dovrebbero giungere le candidature di Salvatore Leidda e del sindacalista dell’Ugl, Simone Testoni, mentre è certa la presenza in lista del componente della costituente regionale siciliana, Sandro Pappalardo, e dell’ex consigliere comunale e leader del movimento ‘Il vento dello Stretto’, Francesco Rizzo. La lista definitiva verrà perfezionata a breve.

Per Forza Italia sono candidati l’uscente Salvatore Iacolino, il vicepresidente dell’Ars, Salvo Pogliese, il messinese Massimo Romagnoli, c’è anche il parlamentare sardo, Salvatore Cicu. Rimangono però da sciogliere alcuni nodi importanti, che sono in via di definizione, come la partecipazione alla competizione di Gianfranco Micciché da capolista. Potrebbe essere della partita anche Innocenzo Leontini, ex assessore regionale, che rappresenterebbe proprio l’area del Cantiere popolare di Saverio Romano. Sarebbe in lista anche Antonella Chiavacci, ma se ne saprà di più in serata.

Scelta Europea, che raggruppa il Centro Democratico di Bruno Tabacci, Fare per Fermare il declino, i liberali e ovviamente Scelta civica, in Sicilia presenterà certamente l’avvocato Francesco Attaguile, già sindaco di Catania e per anni a Bruxelles come direttore dell’ufficio regionale della Sicilia. Mentre il consigliere regionale della Sardegna del Centro Democratico, Anna Maria Busia, sarà capolista. Dovrebbe essere in lista il sindaco di Limina, Filippo Ricciardi, ma ci sarebbero anche altre esponenti dei territori e delle istituzioni locali.

E’ stata presentata anche la lista del Partito Comunista con capolista il segretario nazionale Marco Rizzo. Gli altri candidati sono il segretario regionale siciliano del partito, Alessandro D’Alessandro, quello provinciale di Palermo, Alberto Lombardo. Ci sono poi la segretaria regionale della Lombardia, Monica Perugini, Stefano Panicci, Canzio Giuseppe Visentin, la segretaria regionale del partito in Emilia Romagna, Roberta Tagliavini, e Ivana Fiondi.

Per Green Italia, il movimento ambientalista che in Sicilia fa riferimento a Fabio Granata federato con in Verdi, sono in lista la portavoce regionale Simona Sanfilippo, il cofondatore di Legambiente e vicepresidente del Kyoto Club, Francesco Ferrante e  il docente universitario presso la facoltà di Agraria di Catania, Paolo Guarnaccia. In quota Verdi ci sono la portavoce regionale, Beatrice Feo Filangeri, originaria di Palermo, Pietro Di Liberto, Maria Luisa De Simone e Pusceddu. Il capolista è lo stesso Fabio Granata e il plico con i nominativi è stato consegnato stamani alla Corte d’Appello di Palermo.

segui l’aggiornamento qui