Il termine per presentare le liste di candidature per le elezioni Europee 2014 è scaduto e per la circoscrizione Sicilia-Sardegna ci sono tre esclusi. La prima lista esclusa dalla corsa per Bruxelles è la Green Italia-Verdi europei. La fazione di Fabio Granata avrà 24 ore di tempo per presentare il ricorso all’ufficio nazionale della Corte di Cassazione a Roma.

Per Green Italia, il movimento ambientalista che in Sicilia fa riferimento a Fabio Granata federato con in Verdi, sarebbero in lista la portavoce regionale Simona Sanfilippo, il cofondatore di Legambiente e vicepresidente del Kyoto Club, Francesco Ferrante  il docente universitario presso la facoltà di Agraria di Catania, Paolo Guarnaccia. In quota Verdi ci sono la portavoce regionale,Beatrice Feo Filangeri, originaria di Palermo, Pietro Di Liberto, Maria Luisa De Simone e Pusceddu. Il capolista è lo stesso Fabio Granata e il plico con i nominativi è stato consegnato stamani alla Corte d’Appello di Palermo.

L’ufficio elettorale della Corte di Appello di Palermo non ha ammesso anche le liste del Partito comunista e del Movimento Bunga-Bunga-Usei. Per il Partito Comunista, con capolista il segretario nazionale Marco Rizzo, i candiati sarebbero il segretario regionale siciliano del partito, Alessandro D’Alessandro, quello provinciale di Palermo, Alberto Lombardo. Ci sono poi la segretaria regionale della Lombardia, Monica Perugini,Stefano Panicci, Canzio Giuseppe Visentin, la segretaria regionale del partito in Emilia Romagna, Roberta Tagliavini, e Ivana Fiondi.

Le tre non potranno partecipare alle europee perché non sono state sottoscritte da almeno 30 mila elettori.