Mangiava e beveva in un pub ad Altofonte, in provincia di Palermo, ma sarebbe dovuto essere a casa sua a Santa Cristina Gela a scontare gli arresti domiciliari.

I carabinieri hanno arrestato, in flagranza del reato di evasione, Lubjan Ruhani, trentaquatrenne.

Ruhani stava scontando la pena degli arresti domiciliari perché a giugno, violando la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale cui era sottoposto, si era reso responsabile di lesioni nei confronti di un cittadino extracomunitario.

Ma Ruhani non è nuovo alla violazione della sorveglianza speciale, infatti, a gennaio si era reso responsabile di un furto ai danni della biblioteca comunale, rubdand  una stufa elettrica, una videocamera, una console e un portatile.

Speciale su disposizione dell’Autorità giudiziaria, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della Compagnia carabinieri di Monreale, in attesa del rito direttissimo. In quella sede il giudice ha convalidato l’arresto ed ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.