Disponibilità al lavoro per gli ex Pip. Dopo settimane di attesa e di scontri che hanno trasformato le piazze di Palermo in veri e propri campi di battaglia oggi, fanno sapere i sindacati, è arrivato il via libera al rilascio da parte dei Centri per l’impiego e degli sportelli multifunzionali delle disponibilità al lavoro. I 3150 (Piani di inserimento programmato) della Social Trinacria adesso potranno recarsi nei uffici predisposti ed ottenere l’agognata disponibilità al lavoro con la quale potranno  presentare la dichiarazione di disoccupazione.

A quel punto gli operai potranno ricevere il sussidio promesso dal governatore Rosario Crocetta. Il 30 aprile scorso, infatti, il presidente aveva dato il via libera al pagamento di una quota di sostegno al reddito di 833 euro mensili (dal fondo di 36 milioni di euro previsto in finanziaria per i precari) più gli assegni familiari fino a dicembre.

Come previsto in Finanziaria dal governo regionale e secondo il provvedimento, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, gli ex Pip avrebbero il salario garantito fino al 31 dicembre. 

E intanto però gli operai rimangono a casa. I sindacati qualche giorno fa hanno fatto sapere che l’assessorato regionale alla Famiglia avrebbe mandato le disponibilità agli enti che ospitano ormai da anni i lavoratori (Prefetture, Questure, tribunali, ospedali) e molti avrebbero già risposto positivamente. Molti, non tutti.

Gli enti in questione, circa 190, vogliono garanzie dalla Regione sul futuro dei lavorator Ma ancora nessuna stabilizzazione per gli operai tutti assunti nel 2010 con contratto a tempo indeterminato e che costano alla Regione circa 56 milioni di euro, 20 milioni in più rispetto al 2012. Il governo regionale però, si è impegnato a provvedere alla stabilizzazione di tutti i precari a partire dal 2014.

Il problema sarebbe il costo delle assicurazioni stipulate dagli enti per i lavoratori. In passato le assicurazioni erano a carico dell’ente ospitante, adesso invece, senza rassicurazioni sul futuro degli ex Pip, gli enti tentennano. Per risolvere il nodo della questione è stato fissato per giovedì prossimo alle 8,30 nei locali dell’assessorato regionale alla Famiglia ed al Lavoro il tavolo chiesto dai sindacati la settimana scorsa al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta. Chiedono di individuare soluzioni per l’impiego dei lavoratori a partire dal 1 gennaio 2014.

I sindacati  hanno chiesto un incontro con il prefetto di Palermo di Palermo Umberto Postiglione. Il tavolo tra le parti sociali e il prefetto si svolgerà venerdì.

L.A.