Su una richiesta di oltre 4 milioni di euro, da parte di 63 soggetti giudicati finanziabili, la giunta regionale ha destinato all’assessorato dei Beni culturali risorse per 1.616.323,00 euro per i contributi della ex Tabella H. Richiedenti e programmi sono stati valutati da una commissione nominata dall’assessore Maria Rita Sgarlata.

Sono stati così elaborati due elenchi: soggetti aventi priorità (40) e soggetti non aventi priorità (23), tutti con un punteggio non inferiore a 70. Dei 63 soggetti selezionali, 15 non hanno avuto contributi. Il tetto massimo del contributo, per ciascun richiedente, è stato stabilito il 200 mila euro, importo concesso soltanto alla Fondazione Whitaker. L’ente che ha ricevuto la somma più bassa (duemila euro) è l’Istituto siciliano per la storia antica “Eugenio Manni”.