Centotrenta falsi incidenti stradali scoperti fra l’albese, il cagliaritano e Palermo, 149 persone denunciate ed un giro di falsi rimborsi per scontri inesistenti di circa 350 mila euro. Questo il bilancio dell’operazione ”Torta” conclusa dopo due anni di indagini dalla sottosezione della Polizia Stradale di Mondovì.

”L’ inchiesta coordinata dalla Procura di Alba – ha spiegato il comandante provinciale della Polstrada, Vice questore aggiunto Franco Fabbri, unitamente al comandante di Mondovì, sostituto commissario Angelo Di Palma – ha fatto emergere un intreccio di persone, molte fra loro parenti che scambiandosi le parti e le vetture di volta in volta inscenavano falsi incidenti, per importi fra i mille e duemila euro.”.

Gli investigatori hanno ricostruito il percorso cartaceo delle contestazioni amichevoli dopo la denuncia di una assicurazione albese. Fra gli indagati (15 ad Alba, 133 a Cagliari ed uno a Palermo) una persona e’ comparsa ben 77 volte in altrettanti eventi infortunistici. ”In alcuni casi – e’ stato spiegato – quando le Assicurazioni tardavano a pagare perche” avevano subodorato qualche inghippo, veniva presentata denuncia tramite uno studio legale, davanti al giudice di Pace che, in piu” occasioni ha condannato le stesse e rifondere i falsi danni patiti”.

Tutto l’impianto accusatorio è stato provato dalla documentazione trovata in 40 perquisizioni domiciliari effettuate ad Alba, Cagliari, Palermo.

im