Il 14 settembre il governo Renzi riaprirà il dossier dell’ex stabilimento Fiat dismesso nel 2010 a Termini Imerese, in provincia di Palermo. La convocazione del tavolo ministeriale, previsto per subito dopo la pausa estiva, è stato comunicato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti a una delegazione di operai che oggi ha manifestato di fronte alla sede del Pd.

L’attuazione del piano industriale presentato dalla società Blutec, ultimo acquirente dello stabilimento siciliano, sarà al centro dell’incontro. Un piano ancorato a un accordo firmato nel dicembre 2014, su cui lo stesso Renzi si era speso, che avrebbe consentito il riavvio dello stabilimento ma che, come denunciano da tempo Fim Fiom e Uilm, resta ancora inattuato.

Il 14 settembre dunque si verificherà lo stato del piano industriale di rilancio dell’area e la situazione degli ammortizzatori sociali funzionali al progetto.