“Dopo la rinuncia dell’avvocato Fiumefreddo, sentito lo stesso Fiumefreddo e i Drs, ho ritenuto di nominare Giusy Furnari, docente in storia della filosofia all’università, coordinatrice del circolo libertà e giustizia di Messina, già docente alla scuola superiore di Bioetica, come assessore ai Beni Culturali, delega  fino a oggi attribuita all’assessore Sgarlata che passa al Territorio e Ambiente”.

Lo conferma lo stesso presidente Rosario Crocetta. La rinuncia di Fiumefreddo, infatti, non è giunta inaspettata e già ieri Cfrocetta aveva avviato consultazioni con la Furnari con la quale il suo rapporto non si era mai interrotto fin da quando l’aveva proposta come candidato sindaco di Messina in quota Megafono.

“La nomina di Giusy Furnari – secondo Crocetta – che già la voleva candidata a sindaco di Messina alle ultime amministrative, ha particolare rilievo. Assume un aspetto di apertura molto importante verso la città dello Stretto, esclusa in precedenza e – afferma –  introduce in giunta una personalità di indubbio valore professionale, etico e morale che potrà, nella legalità, portare avanti i progetti di valorizzazione e sviluppo dei beni culturali in Sicilia. Una personalità di eccellenza che ringrazio pubblicamente per avere accettato
l’incarico”.

Crocetta si presenterà oggi all’Ars con la squadra assessoriale al completo, nell’ottica di aprire un dialogo con tutte le forze politiche presenti in Assemblea.