Si avvia alla conclusione il progetto europeo con gli studenti delle 13 delegazioni europee in visita a Palermo per una ‘full immersion’ sui temi dell’antimafia inserito nell’ambito delle iniziative per il ventunesimo anniversario della strage di Capaci.

Questa mattina si è svolto il seminario ‘Svicolarsi dalle mafie’ presso il Centro di Giustizia Minorile per la Sicilia, Sala Gialla del Complesso Malaspina. L’incontro ha avuto come obiettivo quello di evidenziare l’impegno della giustizia minorile nella lotta contro le mafie.

Dopo i saluti di Caterina Chinnici, capo dipartimento giustizia minorile, del direttore Angelo Meli e del presidente Maria Falcone della fondazione Giovanni e Francesca Falcone, si sono aperti i lavori.

Tredici i Paesi europei (Albania, Belgio, Bulgaria, Estonia, Francia, Germania, Italia, Macedonia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia) che hanno partecipato al seminario.

La delegazioni europee sono state a Palermo per una full immersion in quella che è la dimensione italiana e la risposta alla lotta della criminalità organizzata a livello istituzionale, giuridico e di risposta da parte della società civile. Hanno poi preso parte ad un convegno che si è svolto al Tribunale alla presenza del presidente, Leonardo Guarnotta.

Oltre ai convegni, le delegazioni hanno visitato la famosa Aula Bunker del carcere Ucciardone costruita appositamente per lo svolgimento dell’epocale maxi-processo svoltosi a Palermo grazie alla valorosa attività del magistrato Giovanni Falcone.

Anche San Giuseppe Jato è stata una delle mete del programma con la visita al ‘Giardino della memoria’ dedicato ad un bambino vittima della barbarie mafiosa. Giuseppe di Matteo, figlio di un ex membro di Cosa Nostra attualmente collaboratore di giustizia.

Domani, la stessa delegazione si unirà al viaggio delle ‘Navi della legalità’ in partenza da Napoli per raggiungere il porto di Palermo insieme agli oltre 3000 ragazzi che arriveranno da tutta Italia per celebrare il ventunesimo anniversario della Strage di Capaci.

Il progetto ‘Waves of legality, Waves of Citizenship‘, giunto alla seconda edizione, è finanziato dall’EACEA (The Education, Audiovisual and Culture Executive Agency) nell’ambito del programma Europe for Citizens.

c.m.