È stato firmato in mattinata presso il centro per l’Impiego di Palermo l’accordo sulla Cig in deroga ai 584 lavoratori siciliani dello Ial, per il periodo gennaio-ottobre 2014. Ne dà notizia la Cisl ricordando che “dal 25 gennaio i lavoratori Ial vivevano nel limbo, senza alcuna chiarezza formale sulla loro condizione”. L’accordo “è frutto delle proteste e della mobilitazione dei lavoratori”, sottolinea la Cisl.

Comporta, per l’ente precisi impegni, per gli operatori, spiega il sindacato, “le condizioni per accedere agli strumenti di tutela del reddito e del lavoro”. “È un passo in avanti che dà respiro a tante famiglie”, sottolinea Giovanni Migliore, responsabile Formazione per la Cisl Scuola siciliana.

Adesso, si legge nella nota Cisl, “assieme ai lavoratori proseguiremo nel pressing su Palazzo d’Orleans, sull’assessore regionale Bruno e sul ministero del Lavoro” affinché siano garantiti in tempi brevi copertura ed erogazione delle risorse per il sostegno al reddito. Nei prossimi giorni, annuncia ancora il sindacato guidato in Sicilia da Maurizio Bernava, sarà reso noto il calendario degli incontri per la sigla degli accordi di Cig anche per gli altri enti (“formazione e sportelli”).

Nel dettaglio, l’accordo sottoscritto in mattinata riguarda: per Agrigento, 30 unità; per Caltanissetta 26; per Catania 37. Nel Messinese sono 108 i lavoratori interessati. Nella provincia di Palermo 265. A Ragusa 14; a Siracusa 32. Nel Trapanese, 70.