“L’idea progettuale presentata dal Movimento 5 Stelle lo scorso giugno al Commissario Guardabassi, nominato dal ministero dei Trasporti per gestire l’emergenza A19, prevedeva di investire direttamente il Genio militare che e’ in grado sia di costruire ponti Bailey sia di poter effettuare la manutenzione ordinaria delle strade. Ciò per agire in piena e totale autonomia, senza lungaggini burocratiche per gare, imprese e progettisti, eliminando così alla radice possibili infiltrazioni malavitose ed interessi particolari”.

Ad affermarlo, in riferimento ai lavori lungo il viadotto Himera, sull’autostrada A19 Palermo-Catania, è la deputata nissena Azzurra Cancelleri del M5S, sottolineando che “la proposta fu bocciata senza, però, che il Genio Militare ne avesse valutato la fattibilità: l’ente è stato interpellato solo dopo la consegna ufficiale dei lavori, ricaduta su progetti più costosi e con tempi di lavoro più lunghi rispetto a quelli che il M5S Caltanissetta aveva offerto al Commissario Guardabassi. Una procedura alquanto anomala e che vede ignoto il risultato dell’ispezione”.

Motivi che hanno indotto la parlamentare a presentare un accesso agli atti indirizzato al ministero dei Trasporti per chiedere copia della relazione del sopralluogo effettuato dal Genio Militare.