“Per brevità chiamato artista”: è questo il titolo dell’ultimo tour di Francesco De Gregori che questa sera, alle 21,30, farà tappa al Teatro Antico di Segesta in occasione del Calatafimi Segesta Festival, la rassegna culturale diretta da Enrico Stassi.

Sold out per il concerto del grande cantautore romano, che domani replicherà il proprio spettacolo al Teatro Antico di Tindari (per l’acquisto dei biglietti www.ctbox.it / www.greenticket.it).
Dopo il successo di “Work in progress” che ha visto l’artista esibirsi sui palcoscenici di tutta Italia in compagnia di Lucio Dalla, De Gregori, che ha da poco compiuto sessant’anni d’età e quaranta di carriera, presenterà al pubblico i brani del suo nuovo album che dà il titolo al tour.

Una frase breve ma profondamente esplicativa, “Per brevità chiamato artista”, una sorta di “bilancio” di una straordinaria avventura umana e professionale difficile da sintetizzare. Sono nove i brani che compongono il nuovo lavoro discografico: Finestre rotte, Celebrazioni, Volavola, Ogni giorno di pioggia che Dio manda in terra, L’angelo di Lyon, Carne umana per colazione, L’imperfetto e L’infinito.

A seguire, De Gregori regalerà al pubblico l’esecuzione di molti tra i suoi brani più famosi, per uno spettacolo che si preannuncia davvero esclusivo.