Il presidente Hollande ha mantenuto una delle promesse elettorali: sì ai matrimoni tra omosessuali.

Il governo francese ha approvato oggi il progetto di legge e che dovrà passare al vaglio del parlamento per la legalizzazione delle unioni gay. Addio alla formula “fra uomo e donna” prevista del codice civile, sostituita dal più generale “fra due persone”.

Se il provvedimento dovesse superare l’esame parlamentare, gli omosessuali che convoleranno a nozze godranno degli stessi diritti delle coppie eterosessuali: adozione di bambini ed eredità dal compagno/a in primis.

La maggioranza dei cittadini francesi si schiera a favore della decisione governativa, mentre l’opposizione capeggiata dall’ex presidente Nicolas Sarkozy si dichiara pronta a dar battaglia contro il provvedimento affiancata dal mondo ecclesiastico cattolico, ebreo e musulmano.

Gi.Co.