Sulla casa più spiata d’Italia, ovvero quella del Grande Fratello 14, infuria la bufera. Il mondo lgbt infatti è rimasto profondamente scosso dalle dichiarazioni di Alessandro Calabrese.
Com’è noto, tra i concorrenti del gioco, c’è anche Rebecca: nata uomo, ha effettuato il percorso di transizione che l’ha portata a diventare una donna.

Proprio Alessandro, parlando con Manfredi, dei ‘segreti’ di alcuni concorrenti, si è espresso in termini non proprio lusinghieri nei confronti di Rebecca, dicendo di lei: “Con Rebecca ci vanno solo i froci!”.

Un’affermazione che a milioni di italiani è sembrata grandemente offensiva nei confronti della comunità transgender. Sulla vicenda interviene anche Alessandra Barone, palermitana di 30 anni, Miss Trans Europa 2015, che ha postato su youtube un video in cui condanna l’infelice frase, considerato anche che il Grande Fratello va in onda in prima serata, quindi dovrebbe essere un programma per famiglie.

“I concorrenti – dice Alessandra Barone – non solo si sono macchiati di ignoranza, ma hanno offeso irrimediabilmente un’intera classe sociale, quella degli LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), che ogni giorno lottano per i propri diritti, intrappolati nei meccanismi di uno stato ottuso ed una società cieca, che non riesce a vedere aldilà del suo naso.

Inoltre spero vivamente che si sentano offesi anche gli etero, perché stiamo parlando di esseri umani, che non dovrebbero lottare per l’affermazione dei propri diritti, dovrebbero semplicemente possederli.

Una volta ho letto che “Chi sa e tace è ugualmente colpevole di chi pratica del male”.

Ora tutti sappiamo e se non sappiamo abbiamo gli strumenti che ci permettono di farlo, abbattiamo tutti insieme questo muro di ipocrisia generale, ora come ora, la libertà è il bene più prezioso che possediamo, difendiamolo con tutto il nostro essere, perché uno stato che imprigiona la libertà dell’animo umano non può definirsi “mondo libero”.