Si devono ancora chiarire, le cause che intorno alla mezzanotte hanno visto il propagarsi di un vastissimo incendio al primo piano della Facoltà di Veterinaria, sita alla cittadella universitaria dell’Annunziata.

Dalle finestre di grandi dimensioni del plesso, il fumo ha iniziato a fuoriuscire inizialmente incontrollato, ciò è accaduto poco prima della mezzanotte. Le fiamme in poco tempo, come avviene in tali casi, si sono propagate facilmente, espandendosi ed avvolgendo macchinari, faldoni ma purtroppo anche le attrezzature costituenti il Pan Lab che è uno degli ultimi laboratori inaugurati nella Facoltà, vero fiore all’occhiello della struttura. Al primo piano della Facoltà di Veterinaria a Messina, quando i Vigili del Fuoco giunti sul posto con diverse unità sono entrati in azione, si è presentato uno scenario drammatico, tutto infatti è andato distrutto.

I pompieri, per avere ragione del rogo, hanno dovuto lavorare fino alle prime luci dell’alba. L’ammontare dei danni dell’ incendio (che fortunatamente si è verificato durante la notte), deve ancora essere calcolato, ma comunque si percepisce che saranno ingenti. Le circostanze attualmente, non fanno propendere per una pista ben precisa per chiarire le ragioni dell’ accaduto, non si esclude alcuna possibilità, invero dai primi sopralluoghi, non c’è traccia di nulla che possa far pensare ad un atto doloso. Non è stata trovata infatti, nessuna bottiglietta o liquido infiammabile, nelle vicinanze del luogo. Le ragioni quindi del vasto incendio, potrebbero essere dunque spiegate con un semplice cortocircuito.

Un duro colpo per la Facoltà di Veterinaria e per i locali nuovissimi del Pan Lab, inaugurati soltanto lo scorso luglio.

(foto repertorio)