“Abbiamo vinto, ma è sufficiente perché basta una partita per ricadere in basso. C’è un calendario difficile, ci sono delle situazioni in cui siamo molto contratti e giocare una volta a settimana ci permette di preparare al meglio tutte le partite. Poi ci vuole il risultato del campo, in queste 7 partite a parte la Roma ho visto che la squadra risponde sempre bene. Non essere più penultimi è positivo ma non dobbiamo distrarci”.

Parla così il tecnico del Palermo Gian Piero Gasperini che è intervenuto questo pomeriggio in conferenza stampa a Boccadifalco.

L’allenatore di Guargliasco ha parlato anche del talento argentino Dybala autore di una doppietta contro la Sampdoria: “Noi avevamo visto il suo talento già in allenamento, Ma non illudiamoci troppo, perchè ha diciotto anni e potrebbero esserci degli alti e bassi, certo se avesse la continuità giusta saremmo di fronte ad un giovane affermato. Tutto sommato l’attacco è il settore più coperto: ci sono Miccoli, Budan e Dybala”.

E a proposito del capitano l’ex allenatore dell’Inter ha affermato: “Miccoli, ancora non è pronto, ma lo tireremo a lucido come un calzino. Lui non ha particolari problemi muscolari, ha solo qualche problema alla ‘carrozzeria’ per via dell’usura, ma resta il fatto che è un giocatore eccezionale”.

Infine Gasperini chiarisce gli obiettivi della squadra: “Siamo cresciuti sia nella fase difensiva che in quella offensiva, arricchendo il nostro lavoro. Abbiamo avuto degli ottimi miglioramenti, ma voglio che sia chiaro che oltre la salvezza non ci sono altri obiettivi da raggiungere in questo momento”.