Il 25 maggio si terranno le elezioni europee. Un momento decisivo per la vita democratica del vecchio continente, la cui importanza deve coniugarsi con il senso di responsabilità di ogni cittadino. “L’Europa è vicina”, lo sentiamo ripetere da tanto tempo. In determinate condizioni, come quelle di crisi economica attuale, che coinvolgono l’Italia e diversi altri Paesi, l’Europa va conquistata e soprattutto non può rimanere un proclama, bisogna sentirsi europei, sin da giovanissimi. Anche per questo, il 9 maggio di ogni anno si festeggia l’Europa.

Anche Palermo ha aderito: sono oltre 500 i ragazzi che stamane a Villa Trabia hanno partecipato alla “Festa dell’Europa 2014”, la manifestazione organizzata da Euromed Carrefour Sicilia Antenna Europe Direct – col sostegno della rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Regione siciliana e della Città di Palermo – a conclusione del “Progetto Password”, attività annuale d’informazione sull’Europa.

Sul grande prato del parco pubblico, gli studenti delle scuole medie impegnati in laboratori didattici e creativi, incontri sull’ambiente, i diritti umani, le politiche europee, il concetto di cittadinanza attiva.
Come spiega Simona Chines, direttore dello sportello Europe Direct Palermo: “L’Europa è importante ed è necessario che i ragazzi interiorizzino questo concetto. Sono cittadini della propria nazione ma anche dell’Europa, devono conoscerne le opportunità ma anche le problematiche. Per questo vengono organizzate molte attività, come i laboratori didattici, particolarmente utili per suscitare il loro interesse. Così imparano divertendosi”.

Far comprendere l’Europa non è operazione semplicissima. Lo chiarisce Laura Ponte, insegnante dell’Istituto Alberico Gentili: “Quando iniziamo a parlare di Europa ai ragazzi ci rendiamo conto che non hanno ancora le idee chiare. La coscienza ‘europea’ si sviluppa lentamente, confrontandosi, trovando risposta alle domande. Ma è in questa fase evolutiva e scolastica che è fondamentale iniziare a veicolare questi concetti”.

Guardare all’Europa senza dimenticare le proprie radici. Tra le attività proposte a Villa Trabia, l’interessante “Datemi cuntu ca l’Europa vi cuntu”, lo spettacolo del ‘cuntastorie’ Mel Vizzi e della cantante Cinzia Marotta e “Let’s Europe”, a cura dell’Istituto Comprensivo Luigi Capuana, i cui alunni hanno suonato “L’inno alla gioia” di Ludwig Van Beethoven, ‘colonna sonora’ dell’Europa.

La Festa dell’Europa 2014 non si esaurisce oggi: prossimo appuntamento il 12 maggio al Palazzo Comitini di Palermo per il seminario realizzato in collaborazione con il Dipartimento degli Affari extraregionali e l’Ufficio di Bruxelles della Presidenza della Regione Siciliana sui principali programmi europei come ERASMUS+, Europa Creativa, Horizon 2020, Europa per i cittadini, i programmi per il turismo e quelli per la cooperazione mediterranea.

L’auspicio è che i giovani imparino ad essere protagonisti dell’Europa, protagonisti del proprio futuro.