E’ tempo di saluti per il procuratore di Catania, Giovanni Salvi che lo scorso 17 giugno è stato nominato pg di Roma dal plenum del Csm.

Nei giorni scorsi il capo della Procura etnea si è recato in visita istituzionale dagli uomini della Dia di Catania, dagli agenti della polizia e ieri ha salutato i carabinieri del comando provinciale (nella foto).

Domani, invece, il sindaco Enzo Bianco ha convocato una Giunta municipale straordinaria per salutare Giovanni Salvi, mentre lunedì prossimo il procuratore incontrerà i giornalisti ed in quella occasione sarà illustrati nuovi sviluppi sul procedimento per il naufragio dei migranti del 18 maggio scorso.

Proprio la lotta alle organizzazioni criminali che si occupano di traffico di esseri umani è stato uno dei capi saldi dell’azione inquirenti di Giovanni Salvi. L’attuale procuratore di Catania, infatti, è stato fra i primi magistrati a richiedere l’estradizione di alcuni trafficanti ritenuti a capo di organizzazioni che si occupano dei viaggi dei migranti.

Ovviamente con l’elezione di Giovanni Salvi alla Procura generale di Roma riprende la corsa per occupare la poltrona di capo dell’organo inquirente del Palazzo di giustizia catanese.

Fino alla nomina del nuovo procuratore la guida della Procura torna a Michelangelo Patanè, l’aggiunto anziano facente funzioni, che aveva retto l’ufficio dopo il ritiro in pensione di Vincenzo D’Agata.