E’ iniziata poco dopo le 16 la riunione della giunta regionale di governo che ha all’ordine del giorno anche la legge finanziaria della Regione.

LEGGI LA BOZZA DI FINANZIARIA IN DISCUSSIONE

Ma la riunione dell’esecutivo affronterà solo come ultimo punto la complessa vicenda del bilancio di previsione e della legge di stabilità. Deliberata subito, invece, la revoca della delibera n. 154 del 21 giugno 2011 che affidava alla Camera di Commercio di Palermo, una convenzione in materia di acquisizione di beni e servizi per gli Uffici dell’Amministrazione regionale siciliana.

Di fatto questa delibera dava alla Camera di Commercio di Palermo un ruolo simile a quello della Consip facendola diventare centrale di acquisto per la Regione. Una delibera revocata alla luce dei fatti estorsivi che hanno coinvolto proprio il presidente della Camera di Commercio Roberto Helg

Contestualmente la giunta ha dato mandato al responsabile per la trasparenza e l’anticorruzione di verificare se la delibera abbia determinato l’acquisto di beni e prodotti e, se questo sia avvenuto, di accertarne la regolarità delle operazioni effettuate con l’ausilio dell’ufficio Legislativo e Legale.

Decisa inoltre la costituzione parte civile in due diversi processi. il primo a carico di Vincenzo Tamburino, accusato di malversazione a danno della Pubblica Amministrazione nella vicenda di un finanziamento regionale, concesso per la realizzazione di un impianto di trasformazione di prodotti agricoli e di un impianto fotovoltaico; il secondo a carico di Ignazio Valenza Ignazio rappresentante legale, all’epoca dei fatti, di un ente di formazione, al quale vengono contestate assunzioni illecite e corruzione.

 GLI ALTRI PROVVEDIMENTI DELLA GIUNTA: SANITA’    ATTIVITA’ PRODUTTIVE E SCUOLA