Il Sindaco di Enna Rino Agnello, in occasione della fine dell’anno ha voluto scrivere un messaggio di Auguri, che pubblichiamo a seguire:

“In questo scorcio di fine anno, mentre viviamo una città dove molto resta da fare ma molto è stato fatto, il mio augurio per il nuovo anno è quello, in un momento di crisi planetaria, di imparare a vivere facendo a meno del superfluo, di riappropriarci del nostro tempo e della dimensione della vita, di imparare sempre più a rispettare l’altro, non come diverso da noi, ma come risorsa . Gli anni che sono trascorsi sono stati difficili ma personalmente stimolanti. Avevamo degli obiettivi che abbiamo centrato e ci apprestiamo ad aprire il percorso che porterà alle elezioni con animo sereno.

Abbiamo lavorato sul presente ma abbiamo seminato anche per il futuro con una serie di progetti che consegniamo al 2010 e alla campagna elettorale con la speranza che i nostri sforzi non siano vanificati. Ci eravamo impegnati a riaprire il teatro Garibaldi, da oltre un decennio chiuso per lavori di restauro, e oggi, posso dire, dopo avere superato tante difficoltà, che in gennaio il sipario sarà tirato su; ci eravamo impegnati a ridare linfa alle attività commerciale e aldilà di tutte le operazioni, anche di carattere culturale e ricreativo, messe in campo per sostenere il comparto, il centro commerciale naturale è una realtà, così come il piano strategico e il prestito d’onore a sostegno dei giovani; abbiamo assistito ad un rifiorire di attività di imprenditoria privata e culturali, con l’apertura di una serie di esercizi commerciali, come bar e pub, che hanno rivitalizzato, il centro storico.

L ’informatizzazione dell’ente Comune ha raggiunto livelli di eccellenza con la gestione di servizi di rete mai raggiunti fino ad ora; la Pianta organica è rideterminata ed approvata dal Ministero con 60 precari stabilizzati con contratti di diritto privato; 120 lavoratori Asu sono inseriti in un piano di stabilizzazione già presentato alla Regione; il corpo della Polizia Municipale è dotato di nuove strutture, mezzi e divise; il Piano Regolatore Generale è stato già consegnato alla Presidenza del Consiglio per l’espletamento degli adempimenti finali; sono stati incaricati quattro professionisti per progettare il piano di utilizzo per la variante dell’autodromo, ultimo atto per definire l’annosa questione; abbiamo investito ingenti somme per l’arredo urbano in fase di realizzazione;, è in avanzata fase la vendita le case comunali agli inquilini così come la predisposizione di un parco progetti per tutte le zone della città.

Abbiamo progettato e realizzato, per svariati milioni di euro, le opere di consolidamento e messa in sicurezza delle pendici: Castello di Lombardia, Villa Farina, via Pergusa, Rocca di Cerere, ex discarica di Porta Pisciotto; abbiamo realizzato il caseggiato dei Capannicoli nei pressi della Rocca di Cerere, con locali per uffici e 200 mq per manifestazioni culturali; il Castello di Lombardia oggi ospiti gli uffici del geopark mentre la ex casa del custode può essere adibita a location per le mostre; abbiamo realizzato manutenzione ordinaria e straordinaria di strade interne ed esterne per centinaia di migliaia di euro; realizzato manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole comunali e messa in sicurezza delle stesse; abbiamo completata la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’illuminazione pubblica e affidandone la gestione a una società autorizzata dal ministero; abbiamo sbloccati i finanziamenti e ripreso i lavori per la seconda ala della casa di riposo Santa Lucia, abbiamo realizzato lavori straordinari nella piscina comunale coperta che ne fanno un impianto di grande importanza.

Oltre che per i cittadini tutti, per la Sicilia interna; abbiamo realizzato i lavori del campo di atletica leggera, anche questo è un impianto di valenza nazionale e regionale; abbiamo rifatto il manto erboso al campo di calcio “Gaeta” che da moltissimi anni lo rendevano pressoché impraticabile; abbiamo progettato e finanziato una tensostruttura per manifestazioni sportive e culturali; abbiamo ideato, progettato e realizzato eventi culturali di elevato livello in tutte le strutture comunali: Castello di Lombardia, che avevamo trovato chiuso, Torre di Federico, che avevamo trovato chiusa , biblioteca comunale. Abbiamo varato una rassegna alla mediateca comunale LaCasadiGiufa, “Narrazioni d’Amore” che quest’anno è alla terza edizione, di altissimo valore culturale. Abbiamo riaperto la ex chiesa di San Paolo, restaurandola in collaborazione con Teatri del Cielo, luogo che oggi ospita un caffè letterario che propone un cartellone di incontri e appuntamenti di carattere artistico-culturale.

Tutte questa attività, dagli eventi culturali alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, oggi sono una realtà dopo che per anni nessuno se ne era mai più occupato. Sento il dovere di non sottacerle perché sono frutto del mio lavoro e della mia amministrazione che ha operato con trasparenza e con operosità. Tutto è stata fatto avendo realizzato il nostro obiettivo cardine, quello che ci ha impegnati per anni in una politica di grande rigore, e trasparenza: il risanamento economico e finanziario delle casse comunali. Il lavoro fatto si da oggi un bilancio chiaro, trasparente, riequilibrato e soprattutto vero e reale, come non lo era mai stato.

Oggi, come ieri, il settore sociale ha una massima attenzione. In tutti i cinque anni è stato sempre attenzionato al massimo degli sforzi finanziari. Abbiamo sostenuto dalle rette di ricovero per minori, all’assistenza domiciliare per anziani, all’assistenza per i disabili; riaperto l’ex Centro Don Milani oggi intitolato a Don Carmelo Cannizzo avendo anche realizzato un campetto in erba sintetica ed avendo realizzato un protocollo di intesa, per la gestione del centro, con le famiglie residenti nel quartiere; abbiamo aperto numerosi sportelli per l’autogestione dei giovani universitari in collaborazione con le associazioni universitarie; abbiamo riattivato la Consulta Giovanile, realizzato i lavori ed inaugurato un centro di ascolto e per l’affido dei minori in un immobile sequestrato alla mafia e concessoci dalla Prefettura; per la prima volta, dopo cinque anni, quest’anno le associazioni sportive tutte, riceveranno contributi che daranno una boccata di ossigena a società che coniugano l’impegno sportivo con quello sociale, come deterrente per il disagio giovanile; abbiamo restituito la Commissione Toponomastca per l’intitolazione di strade e piazze per ricordare uomini e donne di Enna che hanno lasciato un segno nel mondo.

Le cose fatte, con una serie di progetti e le cose ancora da realizzare, che vanno dal sociale, allo sport, alla cultura, alla rivitalizzazione urbana, riqualificheranno tutti i settori della città. Abbiamo tracciato il percorso per riempiere ancora più di contenuti le strutture e gli impiantii e i servizi che sono già una realtà come il campo di atletica leggera, i Capannicoli, il Teatro Garibaldi. Consegniamo al 2010 le cose realizzate, il nostro metodo di gestione, improntato alla lealtà e all’etica morale, con la quale abbiamo lavorato e i progetti già avviati: un patrimonio che affidiamo, con grande senso di responsabilità e con la gelosia che deriva dall’impegno e dall’amore e dalla grande onestà con la quale abbiamo amministrato questa città. Con la serenità che ci deriva da tutto questo auguriamo a tutti un felice anno nuovo, ricco di salute, di armonia, si speranza”.
Il Sindaco
Rino Agnello

Foto: areagratis.it