Timidi segnali di apertura dall’incontro tra il presidente Crocetta e una delegazione dell’Udc rappresentata dal presidente nazionale, Gianpiero D’Alia, dal presidente regionale del partito, Margherita Ruvolo, dal capogruppo all’Ars, Lillo Firetto e dal presidente della commissione bilancio, Nino Dina.

“Il presidente Crocetta – si legge in una nota della Presidenza della Regione – ha valutato positivamente l’incontro con la delegazione, cogliendo la volontà di chiudere in modo veloce le questioni relative alla ricomposizione della giunta e il rinnovo dell’accordo politico originario, basato sul risanamento della spesa pubblica, il rilancio dell’occupazione e dello sviluppo e la lotta alla mafia”.

“Gli stessi temi – dice Crocetta – saranno affrontati con tutte le singole delegazioni politiche che sostengono il governo, prima della convocazione del tavolo politico che dovrà portare alla sottoscrizione di dieci punti programmatici con relative scadenze. Tali punti riguarderanno l’attività amministrativa vera e propria e l’attività di governo e nuove riforme. Il patto infatti, ha come base l’accordo sulle riforme all’Ars e l’iniziativa di governo, per accelerare ulteriormente il contratto che il presidente e la coalizione hanno assunto col popolo siciliano”.