Può un film senza Santa Claus con la sua slitta e le renne far tornare alla mente di milioni di persone il Natale? La risposta è sì. Immaginate la tradizionale sera della vigilia o la mattina del 25 dicembre: tutti riuniti in casa e in famiglia nel primo caso o al risveglio ancora in pigiama nel secondo, mentre accendete la tv. Ad accogliervi ci saranno loro, quei classici film visti e rivisti e continuamente mandati in onda puntualmente durante le feste ai quali è impossibile dire di no. In un altro periodo farebbero tutt’altro effetto, ma in quel dato momento dell’anno, anno dopo anno, sono ciò che stavate cercando.

GUARDA LE LOCANDINE DEI 10 FILM

Una poltrona per due 

E’ tra i film di Natale più citati seppur di natalizio abbia solo l’ambientazione. Il fulcro della trama è un esperimento sociologico messo in atto da due vecchi, ricchi, annoiati imprenditori a capo della Duke & Duke: criminali si nasce o si diventa? Dan Aykroyd e Eddie Murphy sono le divertenti pedine di una scommessa da un dollaro.

Il piccolo lord 

Siamo nell’anno 1980 quando il pubblico per la prima volta guarda sugli schermi la storia del piccolo Ceddie – adattamento del romanzo omonimo di Burnett – che si trasferisce nella residenza del Conte di Dorincourt dopo aver appreso di essere diventato Lord Fauntleroy. Oggi l’attore che lo impersonò, Ricky Schroeder, ha 44 anni ma è rimasto pressoché uguale ad allora. Cercate una sua foto: gli manca solo il caschetto.

Mamma ho perso l’aereo (e Mamma ho riperso l’aereo) 

A proposito di attori eternamente giovani, Macaulay Clukin, oggi 34 primavere, è stato il protagonista di un film e successivo sequel dal successo immortale. Il titolo originale della prima pellicola, datata 1990, è “Home alone” (Solo in casa). “Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York” è tra i non tantissimi esempi di seconde produzioni ad essere state promosse dal pubblico al pari della prima.

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato 

Un biglietto dorato apre le porte a un mondo di cioccolato e Umpa Lumpa. Il film con protagonista uno strepitoso Gene Wiilder è il più vecchio della lista (1971). Nel 2005, Tim Burton ha provato a riproporre la storia ma il risultato non è stato all’altezza di una pellicola che era già perfetta di per sé.

La storia infinita 

Bastian, Artax, Gmorg, Mordiroccia, e ancora lui, il nome più citato e gridato del film, Atreyu. Solo a sentirli nominare, ai fan del genere vengono i brividi. Il film del 1984 che racconta la storia di una imperatrice nella Torre d’avorio e del suo regno entrambi in pericolo a causa del “Nulla” è ispirato all’omonimo romanzo di Michael Ende. La pellicola ha avuto due seguiti.

S.O.S. Fantasmi 

La traduzione libera del titolo in italiano ricorda un altro cult di successo, Ghostbusters: i due film condividono anche l’attore protagonista ma non hanno null’altro in comune. In “Scrooged”, Bill Murray è un rivisitato Ebenezer, il cattivo della novella “Canto di Natale” di Charles Dickens. Anno di uscita 1988.

The family man

I moderni Scrooge non finisco qui. Il film del 2000 con Nicolas Cage e Téa Leoni ci racconta di un uomo che arriva a fissare una riunione di lavoro il 25 dicembre. Il protagonista dovrà confrontarsi col suo passato alternativo da bravo uomo di famiglia. Se solo tredici anni prima avesse fatto un’altra scelta…

Una promessa è una promessa 

Quando sei un padre straripante di sensi di colpa, non importa quanto un giocattolo sia introvabile: se tuo figlio lo desidera, devi ottenerlo. Nel 1996, il muscoloso Arnold Schwarzenegger veste letteralmente i panni di Turbo Man. E pensare che sette anni dopo diventerà il governatore dello stato della California.

Piccole donne 

Sono state girate almeno tre pellicole ispirate al famoso romanzo di Alcott, ma il più visto dal pubblico natalizio è datato 1994. Tra le sorelle più famose ci sono Winona Ryder (Jo)e una giovanissima Kirsten Dunst (Amy), insieme a Susan Sarandon nelle vesti della madre, la signora March.

I Goonies 

Un’antica mappa e un medaglione vi condurranno al tesoro del pirata Willy l’Orbo. Così i giovani Goonies affrontano la loro avventura insieme al povero Sloth e fuggendo dalla banda Fratelli. A capo del gruppo di malfattori una mascolina mamma (interpretata da Anne Ramsey), protagonista più del deforme mangione di “ciooccolaato” degli incubi dei milioni di bambini che dal 1985 hanno guardato in tv la storia scritta da Steven Spielberg.