Cassa integrazione per i lavoratori della Formazione, fondi per il sostegno al reddito degli ex Pip e disegno di legge per i 20 mila precari della pubblica amministrazione siciliana.

Sotto l’albero di Natale il governo della Regione sembra aver trovato fondi dimenticati nel bilancio. Si tratta di 15 milioni necessari proprio per sbloccare la cassa integrazione per la formazione professionale e di altri 15 milioni per pagare le indennità agli ex pip da gennaio fino a giugno ed avere il tempo di recuperare i fondi Pac sottratti alla Sicilia a valere sui quali si sarebbe dovuto pensare anche a loro.

I fondi il governo li ha trovati nelle pieghe del bilancio. Vale a dire che li prende da capitoli di spesa nei quali erano destinati ad altro ma non sono stati spesi nel 2014. C’è il rischio che questi fondi servissero a pagare conti già maturati ma ancora da saldare ma questo problema si porrà in sede di bilancio.

Per poter usare questi 30 milioni di euro oggi il governatore riunirà la giunta. Serve, infatti, un apposito disegno di legge che Crocetta vorrebbe andasse in aula domaniinsieme all’esercizio provvisorio anche se i tempi non sembrano proprio esserci.

Quello che ritarderà sicuramente è il disegno di legge sui precari degli Enti Locali. La proroga di un anno Roma adesso è disposta a farla passare ma serve una norma regionale. Il disegno di legge potrebbe essere analizzato dalla medesima giunta di oggi ma è altamente improbabile che possa, poi, approdare anch’esso in aula martedì 30. Se ne parlerà, dunque, a gennaio prima di iniziare il tour de force della riforme propedeutiche al bilancio.

Un bilancio che dovrà, comunque, essere rivisto. Sempre oggi Crocetta e Baccei dovranno incontrarsi e parlare fra loro. Il governatore nega qualsiasi tensione e dissapore nonostante abbia smentito i conti, catastrofistici, dell’assessore. Insieme dovranno rivedere quelle cifre anche se al momento la cosa più urgente e badare all’esercizio provvisorio. Per il resto ci sono 4 mesi di tempo anche se non sono tanti.

“Dopo la sottrazione dei fondi Pac da parte del governo nazionale (ieri la doccia fredda di Delrio su questo tema ndr) – dice il presidente della Regione, Rosario Crocetta – intendiamo approvare in giunta un disegno di legge urgente. Confido nella volontà da parte dell’Assemblea di incardinare il testo per l’aula il 30 dicembre assieme al bilancio provvisorio, in modo da approvarlo immediatamente”.

 Intanto, sempre oggi, sono previste le riunioni contemporanee della Commissione bilancio e delle commissioni di merito interessate all’esercizio provvisorio. Si proverà a concludere in giornata il lavoro fatto durante tutto il fin settimana per riuscire a discutere domani a sala d’Ercole l’esercizio provvisorio. L’obiettivo possibi,e sembra quantomeno incardinarlo prima della fine dell’anno