La mozione di sfiducia sarà presentata giovedì. Ne è sicuro il capogruppo del Movimento 5 Stelle all’Ars, Giancarlo Cancelleri che oggi a Palermo incontra i componenti della lista Musumeci all’assemblea regionale siciliana perché i quattro deputati della lista dell’ex candidato alla presidenza della Regione che ha offerto le firme per la presentazione della mozione. “I miei colleghi stanno scrivendo la mozione di sfiducia al governo Crocetta e io incontrerò Musumeci. No, no. La presentazione non sliterrà”, dice sicuro.

Ma questa sfiducia che chances ha di essere votata?

“Sono convinto – dice Canceleri – che non goda di un particolare favore ma non perché il presidenet Crocetta abbia una maggioranza coesa. Banalmente si tratta di deputati che non vogliono andare a casa”.

La vostra mozione di sfiducia, però, rischia di offrire un assist al presidente della Regione che alla conta dei numeri magari scoprirà “sacche” di consenso da aree del parlamento che ufficialmente dovrebbero essere all’opposizione o la professano. Penso al Pdl ma anche al Pd.

“Esattamente così. Con la mozione di sfiducia metteremo alle strette principalmente i partiti: il Pd che ci ha offerto due mesi di sceneggiata con il presidente Crocetta francamente inaccettabile e il Pdl da cui vengono critiche serrate al governatore. Ma alla prova dei fatti sono sicuro che ne vedremo delle belle. Ammesso che si presentino in aula per la votazione. Certamente non voteranno in maniera compatta e il caso del sostegno alla presidenza Forzese in prima commissione con la spaccatura del Pdl ne è una dimostrazione evidente”.

In questo modo Crocetta saprà a chi riferirsi quando porterà in aula i suoi provvedimenti.

“Noi siamo chiamati a dare risposte concrete ai cittadini che ci hanno eletti. E lo stiamo facendo tenendo conto che più del 90% dei nostri elettori sul web ci ha indicato la strada della mozione di sfiducia. E il Pdl, l’Mpa, i partiti dell’opposizione, i deputati del Pd che litigano da mesi con Crocetta che faranno? Lo scopriremo al voto”.

Proceduralmente entro quando pensate che la mozione possa essere votata in aula?

“In teoria, da regolamento dovrebbe essere calendarizzata entro tre giorni dalla presentazione. Noi chiederemo che sabbia un percorso d’urgenza nella calendarizzazione della daa. Siamo stanchi delle pantomime in corso. Ed evidentemente la discussione in aula sarà una vera e propria verifica al governo e alla sua maggioranza. Crocetta sarà anche in grado di resistere ala sfiducia ma avrà sempre problemi a governare visto che nessuno lo vuole veramente. Questa è la prova plastica che il governo che lui voleva creare col sostegno die movimenti per potersi svincolare dall’appoggio dei partiti, non ha un reale fondamento. Il modello Sicilia non era un patto di coalizione e alla lunga il vuoto dei programmi di governo ha condannato Crocetta”.