Mi tutelerò con gli avvocati. Lo aveva preannunciato proprio a BlogSicilia in quella conversazione di pochi minuti in cui smentiva categoricamente ogni presunta relazione con l’attaccante del Catania, Maxi Lopez. Oggi Jessica Vella, la ragazza catanese che soprattutto i media argentini hanno accostato al centravanti argentino, esce allo scoperto con una nota dei propri legali, Andrea Cosimo Fassari e Massimo Ferrante, del Foro di Catania.

Ecco il testo:
Con riferimento agli ultimi episodi pubblicati su alcuni quotidiani nazionali ed internazionali, afferenti la presunta relazione sentimentale intercorsa tra il giocatore del Calcio Catania Maxi Lopez e la catanese Jessica Vella – inopportunamente posta al centro delle motivazioni della recente separazione tra il calciatore e la showgirl Wanda Nara – la sig.ra Vella ha conferito mandato agli Avv.ti Andrea Cosimo Fassari e Massimo Ferrante del Foro di Catania, affinché tutelino la propria immagine nei confronti della campagna denigratoria ed infamante messa in atto nei suoi confronti da numerosi canali di diffusione mediatica.

“Oltre ai commenti diffamatori, sono state pubblicate diverse notizie inesatte – dichiarano i legali – tra le quali che la sig.ra Vella lavorerebbe nel campo della moda. Non c’è invece nessun legame con il settore e nessuna voglia di notorietà da parte della nostra assistita che, precisiamo, ha conosciuto il calciatore Maxi Lopez, ma non ha mai intrattenuto con lui alcuna relazione.”

I Professionisti provvederanno tempestivamente ad esperire apposita azione inibitoria, nelle opportune sedi giudiziarie, nei confronti di tutti i mezzi di stampa che arrechino pregiudizio al nome ed alla reputazione della propria assistita.

Intanto ieri proprio Wanda Nara ha reso pubblica la propria relazione con l’attaccante dell’Inter, Mauro Icardi. Anche stavolta il mondo l’ha saputo tramite twitter (il profilo della showgirl argentina conta oltre un milione e seicentomila follower): un cinguettio costante fra i due che non lascia spazio ad interpretazioni.ù

LEGGI ANCHE: NESSUNA FIAMMA CATANESE PER MAXI