Il teatro gremito in ogni ordine di posto, applausi scroscianti e grandi attestazioni di stima per un’arte, quella dei Pupi, che la Sicilia e i catanesi dimostrano di amare ancora molto. In questo contesto si è concluso ieri sera a Catania il primo week end all’insegna della tradizione dei Pupi, di cui la famiglia Napoli è tra le più valide esponenti.

Sabato e domenica appena trascorsi, nel Teatro Stabile dell’Opera dei Pupi, all’intero del Centro fieristico de Le Ciminiere, è andato in scena lo spettacolo “Muller e Bengaria. Amori e guerre nel Celeste Impero”.

L’evento, inserito nel ricco calendario di Etnafest 2012 della Provincia Regionale di Catania, sarà accompagnato da altri quattro spettacoli, anch’essi incastonati nella prestigiosa  rassegna provinciale, in programma nelle successive settimane.

“Il numeroso pubblico intervenuto – ha dichiarato il commissario straordinario della Provincia, Antonella Liotta – e il calore mostrato dinanzi alla maestria dell’arte dei Pupi dei fratelli Napoli, ci dice che i catanesi hanno compreso gli sforzi organizzativi dell’Ente e premiato lo sforzo della compagnia nel mettere in scena una tradizione che è ancora molto amata”.

“Siamo felici – dichiara Fiorenzo Napoli, direttore artistico della marionettistica Fratelli Napoli – che il pubblico abbia risposto in un modo così positivo, apprezzando, fra le altre cose, lo sforzo artistico di una ricchissima messa in scena. E’ stata inoltre un’occasione per intere famiglie di condividere il teatro nella sua magia, senza forzature né volgarità, con messaggi semplici, genuini e positivi. Per Etnafest abbiamo pensato ad un programma di serate che consente al pubblico di scoprire, da un lato gli altri cicli cavallereschi rappresentati dai pupari, dall’altro le straordinarie possibilità drammatiche possedute da pupari e pupi catanesi, tali da consentire loro di confrontarsi sia col melodramma che col teatro shakespeariano”.

Il prossimo fine settimana, sabato 24 e domenica 25 novembre, medesima location, sempre alle ore 19 e sempre con ingresso libero fino ad esaurimento posti, sarà in programma il secondo, atteso spettacolo della rassegna dei Pupi, “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni, tratto dal Libretto di Giovanni Targioni, Tozzetti e Guido Menasci, con riduzione e adattamento per  pupi catanesi di Alessandro e Fiorenzo Napoli. Consulenza musicale di Rosana Lo Bosco.