È stato convalidato l’arresto per i sette somali che, qualche giorno fa, erano stati arrestati dalla Squadra Mobile di Ragusa e dai Carabinieri di Pozzallo per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e danneggiamento.

Mohamed Abdiasis, 20 anni, Mohamed Said, 20 anni, Mohamed Barkat, 23 anni, Mohamed Brahim, 24 anni, Abdi Rashid Farah, 26 anni, Munasar Mohamed Abdulle, 21 anni, e Cabdullahi Hirsi, 26 anni sono così tornati liberi, visto i loro legali hanno chiesto i termini a difesa, per cui il processo è stato rinviato al prossimo dieci giugno, col rito ordinario.

I sette si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Andranno, adesso, in una struttura per rifugiati politici, probabilmente in quella di Mineo. I sette giovani sono accusati di aver aggredito le forze dell’ordine nel tentativo di fuggire dal centro di Prima Accoglienza di Pozzallo.

Nella rissa, inoltre, un ispettore capo della polizia avrebbe anche subito una frattura alla testa e varie lesioni mentre un maresciallo capo dei Carabinieri ha riportato un trauma contusivo alla regione occipitale.