Uno è capogruppo del Pd al consiglio comunale di Bologna e presidente onorario dell’Arci Gay, l’altro è un noto avvocato che ha fatto parte del collegio di difesa della trans Alessandra Bernaroli costretta, ope legis, con sentenza della Corte d’appello di Bologna a divorziare dalla moglie, per il venir meno della diversità sessuale, dopo aver cambiato sesso.
Il primo è Sergio Lo Giudice, nato e laureatosi in provincia di Messina, il secondo, Michele Giarratano, è di Caltanissetta.
I due, che hanno avviato una relazione cinque anni fa, hanno deciso di convolare a nozze. E lo faranno, presto, ad Oslo. La data fissata è quella el 27 agosto prossimo.
Quella del matrimonio ad Oslo è una scelta non casuale, visto che la Norvegia è uno dei Paesi dell’Europa che consente il matrimonio fra persone dello stesso sesso senza essere residenti. Il matrimonio fra gay, in Spagna, è consentito, ma è necessario prendere la residenza. E molti fanno finta di averla “Noi non volevamo fare questa forzatura” ha detto Giarratano. Il legale, sa bene che in Italia il suo matrimonio con Lo Giudice non sarà valido. “Avvieremo una battaglia – dice – perchè sia riconosciuto anche nel nostro Paese”.
“Facciamo questo passo ora prima di tutto perchè vogliamo sposarci – racconta Lo Giudice – ma c’è pure una motivazione di tipo politico, anche se non è legata all’attualità e alla novità di New York”. Mesi fa la coppia aveva fatto richiesta di pubblicazioni di matrimonio al Comune di Bologna: il rifiuto è arrivato puntuale. “Dopo il matrimonio chiederemo la trascrizione e dopo il rifiuto (lo Stato italiano non ammette nozze gay anche se celebrate all’estero), faremo ricorso alla Corte europea – spiega Lo Giudice – Speriamo così anche noi di spingere tribunali e legislatori a pronunciarsi sui diritti delle persone omosessuali”.
I due testimoni della coppia Lo Giudice – Giarratano, che indosseranno l’abito scuro, saranno due donne. Una amica di infanzia per Lo Giudice, e la migliore amica per Giarratano. Ci saranno anche i tradizionali confetti e tutto il resto.