La tradizione, il mare, la semplicità, il buon cibo e “l’aria di casa”, sono alcune delle cose che vengono in mente quando si pensa alla cucina mediterranea, in particolare quella siciliana. Ed è proprio su questo scenario “tradizionale” che si svolgerà l’edizione 2015 del “Blue Sea Land”, l’Expo dei distretti agroalimentari del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente Allargato.

Giunto alla sua quarta edizione, l’Expo agro-ittico-alimentare avrà come protagonista principale la “Blu Economy” (filosofia produttiva che guarda alla rigenerazione delle risorse, alla sostenibilità e alla sicurezza ambientale), presentata con lo slogan “Think Blue, Make Peace”. L’intero evento, quest’anno, vuole porre, in oltre, l’attenzione sulla tematica dell’acqua e le sue implicazione sociali ed economiche. Infatti, la conservazione e la condivisione della risorsa acqua, il razionale utilizzo in agricoltura e nelle attività marinare, nei sistemi di produzione, il rispetto dell’ambiente marino, la sicurezza alimentare, la cooperazione e il dialogo religioso tra le Nazioni del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente Allargato saranno alcuni degli argomenti centrali che animeranno i dibattiti scientifico-culturali e gli eventi del “Blue Sea Land”.

Al “Blue Sea Land”, quest’anno con il patrocinio di “Expo Milano 2015” insieme alla Regione Siciliana, parteciperanno delegazioni di tutti i paesi del Mediterraneo, che si incontreranno nell’ottica di dialoghi interculturali e interreligiosi. All’evento, infatti, saranno presenti 42 delegazioni internazionali e 21 distretti produttivi italiani, di cui 8 siciliani. Anche il settore della moda sarà presente alla manifestazione di quest’anno, inserendo nel palinsesto delle attività il “Blue Fashion”, all’interno del quale il Consolato Onorario del Ghana promuoverà delle sfilate.

Questo evento nasce con l’intento di unire in un unico luogo i “Distretti Produttivi” e le filiere agro-ittico-alimentari di Italia e Sicilia, dei Paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente Allargato promuovendo al mondo le eccellenze gastronomiche del gusto e le peculiarità culturali tipiche di ogni area. Essendo una grande fiera multiculturale, al “Blue Sea Land” i visitatori avranno modo di interagire, conoscere, assaporare i prodotti esposti provenienti da diversi parti del mondo e, inoltre, partecipare a incontri seminariali, dibattiti promossi da Enti, Istituzioni ed Organizzazioni del settore agro-ittico-alimentare. Il mar Mediterraneo e i suoi sapori tipici, nelle oltre 20 lingue dei paesi partecipanti, saranno il filo conduttore di uno spettacolare palcoscenico dei popoli che avrà il suo cuore pulsante nell’Expo, allestita nella Casbah di Mazara del Vallo.

Il “Blue Sea Land” prenderà il via giovedì 8 ottobre alle 15:30 a Palermo con il convegno di apertura che si terrà all’Ars. L’intero evento, invece, avrà luogo a Mazara del Vallo dal 9 all’11 ottobre.