Il futuro è alle porte. Il Catania si muove, lavora sotto traccia e pone le basi per la prossima stagione. Le scelte sono chiare e non è difficile comprendere come in casa rossazzurra si è già capito che si disputerà il campionato di Lega Pro. Finalmente si muove qualcosa dal punto di vista tecnico: la panchina, infatti, dovrebbe essere affidata a Pippo Pancaro.

L’ex difensore del Milan dal 2012 ha intrapreso la carriera di allenatore, prima come vice e, poi, come tecnico. Modena e Juve Stabia nella sua breve carriera: ironia della sorte vuole che nella sua esperienza a Modena è stato vice proprio di Dario Marcolin che, attualmente, è l’allenatore del Catania.

Dopo l’esperienza in Emilia, chiusa con l’esonero di Marcolin, un anno fermo prima della chiamata della Juve Stabia. Anche questa esperienza, però, si è conclusa con un esonero, quando la squadra si trovava al terzo posto in classifica. Un esonero che ha lasciato di stucco addetti ai lavori e semplici tifosi.

L’identikit è quello solito degli allenatori scelti dal Catania: giovane e ambizioso. Pancaro è stato scelto in prima persona da Pippo Bonanno, consigliato dall’amico ed ex compagno Pasquale Logiudice, attuale direttore sportivo proprio della Juve Stabia. Carattere mite, anche se anche lui, quando viene provocato, perde le staffe.

E’ successo in sala stampa al termine della gara vinta dalla sua Juve Stabia contro l’Aversa Normanna quando, un giornalista ha prima provocato Pancaro sull’arbitraggio, per poi mandarlo a quel paese (l’espressione è stata un po’ più colorita…) in seguito al suo rifiuto di esprimersi sull’operato del fischietto.

Immediata la reazione dell’ex difensore di Lazio, Milan e Fiorentina che, preso atto della risposta, si è alzato e ha lasciato la conferenza. Nei campi di Lega Pro, non di rado, si assiste anche a questo.

La prima mossa della nuova stagione, dunque, dovrebbe essere annunciata nei prossimi giorni, prima andrà rescisso il contratto di Dario Marcolin che, ufficialmente, è ancora l’allenatore del Catania.

Bonanno e Pancaro, poi, si tufferanno nel mercato: i giocatori della passata stagione andranno via praticamente tutti, ma se Alessandro Rosina confermerà la volontà di fermarsi in rossazzurro anche il Lega Pro, sarà da lui che ripartirà il Catania in quella che si prospetta come una delle stagioni più travagliate della storia del club di Torre del Grifo.