Incredibile e  per certi versi inaspettata. Il Catania vince ancora, vince in rimonta, vince all’ultimo respiro e riduce ulteriolmente il gap in classifica. A Monopoli finisce 2 a 1 per i rossazzurri che, con un gol di Fabio Scarsella al minuto numero 94, quando nemmeno il più ottimista poteva pensare a una vittoria dei rossazzurri.

Vittoria che,invece, è arrivata in una partita forse più difficile rispetto alle previsioni. Pancaro, per via degli impegni ravvicinati, sceglie un ampio turnover e cambia sei-undicesimi rispetto a Matera. Il Monopoli, dal canto suo, è squadra ben organizzata e compatta, chiusa in difesa in attesa del Catania. Atteggiamento a cui i rossazzurri dovranno abituarsi in questo campionato, ma che, per alcuni tratti della partita, mette in difficoltà la formazione di Pancaro.

Nel primo tempo, però, è proprio il Catania, con Calderini, ad avvicinarsi al gol, ma il colpo di testa dell’attaccante rossazzurro finisce sul palo. Nella ripresa il Monopoli sfrutta benissimo il primo errore del Catania e trova la rete con Esposito. Il Catania si trova a dover rincorrere e quando, in classifica, viaggia a meno sei, diventa complicato. Il Catania, però, si rimbocca le maniche e comincia ad attaccare: decisive, in questo senso, le scelte di Pancaro e i cambi.

In particolare è decisivo l’ingresso di Fabio Scarsella, l’uomo da tre punti a Matera si ripete con due colpi di testa. Prima pareggia i conti servito da Nunzella, poi, all’ultimo respiro sfrutta nel migliore dei modi un cross di Falcone e regala al Catania la seconda vittoria in due partite e, soprattutto, una netta riduzione del gap iniziale che, domenica al Massimino contro l’Ischia, potrebbe sparire. Piedi per terra, però, in casa Catania.

Il direttore sportivo Marcello Pitino, intercettato dalla nostra redazione durante  è chiaro:”Il nostro obiettivo rimane sempre la salvezza, nonostante le due vittorie consecutive”.