Il Consiglio comunale di Palermo ha promosso un’iniziativa per riaccendere i riflettori sui due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone trattenuti da oltre due anni in India.

A mezzogiorno fino a lunedì mattina sulla facciata di Palazzo delle Aquile saranno esposte due gigantografie con i volti dei due militari italiani e la scritta a caratteri cubitali: “LIBERI”.

“E’ un’ottima iniziativa quella presa dal Consiglio comunale di rilanciare il problema della libertà per i due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti dalle autorità indiane da così tanto tempo“. Lo afferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

“Giustamente il Consiglio comunale ha voluto ricordare a tutti noi – ha detto Orlando – la situazione in cui si trovano i due militari italiani. Le istituzioni italiani e quelle internazionali devono fare tutto quanto è in loro potere per far cessare questa assurda prigionia”.

Alcune copie delle gigantografie di Latorre e Girone sono state fornite agli otto consigli di quartiere della città di Palermo, con l’auspicio che vengano esposte anche nelle loro sedi.